Home / Altri sport / Remanzacco a caccia di record con Dal Zilio e Brugnizza

Remanzacco a caccia di record con Dal Zilio e Brugnizza

Martedì 8 settembre al Polisportivo Vittorio Morandini in programma anche l'inaugurazione del nuovo saccone del salto in alto

Remanzacco a caccia di record con Dal Zilio e Brugnizza

Sarà il Campione italiano Juniores di salto in alto indoor, Simone Dal Zilio (Brugnera Friulintagli) l’atleta più accreditato per inaugurare, martedì sera al Polisportivo Vittorio Morandini di Remanzacco, il nuovo saccone del salto in alto che la società organizzatrice, la Libertas Grions e Remanzacco, ha organizzato nel contesto delle gare di contorno alla terza prova del Trofeo giovanile Luigi Modena.
La manifestazione era programmata per domenica 30 agosto ma, causa il maltempo che ha flagellato la mattinata, è stato deciso di recuperarla martedì 8 settembre.

Dal Zilio è reduce dagli Italiani assoluti di Padova, dove ha conquistato la finale (vinta da Gianmarco Tamberi) e il settimo posto con il nuovo record personale di 2,09 metri. Dal Zilio, cresciuto nella Gemonatletica, 19 anni compiuti a marzo, da quattro anni difende i colori dell’Atletica Brugnera Friulintagli sotto la guida tecnica del professor Mario Gasparetto.

A febbraio aveva vinto il titolo italiano indoor ad Ancona, portandosi a 2,07 metri. Quindi, a inizio agosto a Gemona, aveva incrementato di un centimetro il suo personale, di nuovo aggiornato a 2,09 agli assoluti di Padova.

L’atleta, che sa farsi rispettare anche nel salto in lungo (7,30 metri lo scorso anno a Imola) ha fatto il suo debutto in nazionale a febbraio, nell’incontro Under 20 indoor di Minsk (Bielorussia).

Se la dovrà vedere con avversari giovani e dotati in una gara che si annuncia spettacolare. Affronterà la coppia della Triveneto Trieste con Alberto Muggia (19enne da 1,94 metri) e Giovanni Fragiacomo (17enne con 1,90 di personale).

Ci saranno anche Enrico Cattaruzza (Equipe Team Pordenone) 16enne già salito quest’anno a 1,90; Alessandro Cont (giovane cresciuto nella società organizzatrice con 1,91 di personale) e Alberto Nonino, 16 anni di grandi speranze e specialista delle prove multiple. Recentemente a Gemona ha saltato 1,94. Cont e Nonino sono dell’Atletica Malignani Libertas.

Anche i 500 metri a invito avranno ai nastri di partenza un favorito sicuro. Emanuele Brugnizza, del Gs Natisone, che aveva iniziato alla grande la stagione invernale prima dello stop Coronavirus. A gennaio ha realizzato a Padova record regionale juniores indoor degli 800 metri (1’53’’27) e un mese dopo, ad Ancona, ha indossato la prima maglia tricolore sulla stessa distanza. Proverà ad aggiornare il più vecchio record regionale, che appartiene a Ottavio Missoni (1’03’’3/4 - settembre 1940) più volte attaccato e spesso sfiorato, ma mai battuto da 80 anni.

Inizio gare del Trofeo Modena alle 17.45; alle 19.40 salto in alto maschile; alle 20.20 al via i 1.500 metri femminili e alle 20.35 il tentativo di record sui 500 metri.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori