Home / Altri sport / Volley Maniago Pordenone si arrende al San Donà

Volley Maniago Pordenone si arrende al San Donà

Dopo una vera e propria maratona, le pordenonesi cedono al quinto set

Volley Maniago Pordenone si arrende al San Donà

Dopo una maratona durata oltre due ore il Volley Maniago Pordenone deve arrendersi alle giovani e talentuose ragazze dell’Imoco S.Donà. Viene conquistato comunque un punto utile per mantenersi al secondo posto in classifica in coabitazione col Volleybas.

La partita al Barbazza inizia con Pesce al palleggio, Gobbi opposta, Gatta e Giacomel attaccanti ricevitori, Peonia e Gridelli al centro e Rumori e Morettin che si alternano in posizione di libero una con compiti di ricezione e l’altra di difesa. Parte meglio l’Imoco che forza la battuta. La seconda linea maniaghese fatica ad adattarsi al Barbazza e al pallone. Primo strappo sul 13-10 per le ragazze di Gregoris. Nel punto successivo Pesce conferma come il campo sandonatese non le sia propizio: esce per un infortunio alla caviglia così come le è successo nelle ultime tre partite che ha giocato in riva al Piave. Lo scorso anno e anche nel 2014-2015 con la Domovip Porcia. Entra Simoncini che però deve fare i conti con i fondamentali di seconda linea che non aiutano la sua distribuzione. Il risultato è che la “panterine” si impongono per 25-17.

La situazione si ripresenta anche nel secondo parziale ma pian pianino gli attaccanti iniziano ad essere più incisivi. Ad impattare sul 18-18 ci pensa Gobbi. Le due squadre procedono a braccetto eseguendo regolarmente il cambiopalla. Imoco ha la palla per portarsi sul 2-0, ma Gobbi la annulla. Gatta conquista il primo set point e poi ci pensa Peonia a chiudere il set attaccando direttamente una ricezione difettosa delle avversarie: 24-26.

Le ragazze di Leone sembrano essersi scrollate di dosso le insicurezze ed iniziano ad imporre il proprio gioco con convinzione. Entrano in scena muro e battute ficcanti e si vola sul 5-11. Le maniaghesi ora giocano bene ed approfittano dello sbandamento delle locali. Giacomel si procura una bella dose di set point e poi è Gobbi a chiudere sul 13-25.

Le giovani dell’Imoco, però non ci stanno e più che pantere paiono gatti: dalle sette vite. Il quarto parziale è teso e vissuto sul filo del rasoio. Gatta firma il 20-20. Poi le gialloverdi pasticciano e sbagliano in sequenza due battute ed un attacco. Giacomel attacca per il 23-22. Gobbi annulla il primo set ball sul 24-23, ma poi commette un errore dai 9 metri e manda tutti al tie break: 25-23. Un set condizionato dagli errori diretti delle gialloverdi che ne mettono insieme ben 10 contro i soli 2 delle avversarie.

Regna sovrano l’equilibrio anche nell’ultimo atto, ma sono brave le ragazze di Gregoris a sbagliare meno e a portarsi al cambio campo sull’ 8-5. San Donà prende il largo: 10-5. Si spegne la luce e le coltellinaie non riescono più a far cambiopalla. Ci riesce Giacomel sul 14-6, ma ormai è tardi e l’Imoco chiude nell’azione successiva: 15-6.

IMOCO VOLLEY SAN DONA’ – VOLLEY MANIAGO PORDENONE 3-2 (25-17 / 24-26 / 13-25 / 25-23 / 15-6)
S. DONA‘: Agbortabi 10, Boso, Brandi 1, Cagnin 13, Cortella, Eckl 12, Eze 2, Giacomello 18, Natalizia (L), Rizzieri 1, Zorzetto 12. All: Gregoris
MANIAGO PORDENONE: Rumori (L), Peonia 7, Mignano, Gobbi 23, Donarelli, Morettin (L), Pesce, Zia, Gridelli 14, Simoncini 2, Giacomel 19, Gatta 12. All: Leone
Arbitri: Petrera e Grassi di Bolzano

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori