Home / Business / Edi e Dino Orioli , pronti a una vita sempre più outdoor

Edi e Dino Orioli , pronti a una vita sempre più outdoor

La pandemia ha colto l’azienda di famiglia nel momento più favorevole della sua storia. Il modello ha resistito e anzi è pronto a cogliere le opportunità che deriveranno dai nuovi stili di vita imposti dalle norme sanitarie

Edi e Dino Orioli , pronti a una vita sempre più outdoor

Colti da una tempesta epocale nel momento migliore della loro storia imprenditoriale. Il bad timing ha colpito i fratelli Edi e Dino Orioli proprio quando la loro azienda, la Pratic di Fagagna, stava mietendo a piene mani i frutti di una metamorfosi avviata tanti anni prima. Ma la ‘casa’ ha retto e nel momento di revisionare la propria strategia hanno visto aprirsi interessanti prospettive: l’immediato post Covid, sull’onda di un distanziamento sociale che durerà ancora a lungo secondo diverse modalità, privilegerà la vita outdoor. Proprio il settore in cui opera l’azienda degli Orioli. Nata nel 1960 a Ceseretto, Pratic si colloca oggi tra le più importanti realtà internazionali del settore delle coperture solari, che occupa oltre 240 dipendenti e commercializza pergole e tende da sole attraverso oltre 850 punti vendita in Italia e una consolidata rete di rivenditori e agenti in Europa; la crescita esponenziale degli ultimi anni ha inoltre permesso di ampliare il mercato di riferimento anche verso nord Africa, Emirati Arabi e Australia, sempre garantendo un’assistenza continua dalla consulenza all’installazione, fino al servizio post-vendita.
Qual è stato il percorso per passare da azienda di pergole a creatrice di outdoor design? “Circa dieci anni fa abbiamo dato la giusta spinta innovativa al nostro prodotto avviando un proficuo dialogo con il mondo dell’architettura e dei progettisti. Le pergole e le tende Pratic sono diventate una vera e propria estensione dell’abitazione: in questo modo l’essenzialità del nostro stile si è inserita in progetti sempre più importanti, con risultati oggettivamente significativi che hanno trasformato il settore dell’outdoor. Di fatto oggi Pratic non realizza più semplici protezioni solari, ma spazi di autentico comfort da impiegare per tutto il tempo dell’anno”.
Cosa ha significato a livello organizzativo? “È stata una sfida intensa, abbiamo riscritto la nostra ‘grammatica’ con un nuovo linguaggio capace di interagire con efficacia con il design più evoluto. Questo significa investimenti importanti nel team di lavoro, nella formazione di tutta la forza vendita in Italia e all’estero, nel marketing e nella comunicazione. Nel 2011 abbiamo sublimato questo passaggio con la realizzazione di una sede a Fagagna progettata dallo studio di architettura Geza. Sette anni dopo abbiamo raddoppiato le superfici raggiungendo 20mila metri quadrati tra uffici direzionali e produzione. È stato anche un omaggio al nostro territorio”.
Come è stata la vostra internazionalizzazione? E come siete riusciti a mantenere la produzione in Friuli? “L’espansione all’estero è iniziata circa cinque anni fa, dopo una valutazione approfondita del nostro prodotto, sempre customizzato e quindi impegnativo anche dal punto di vista della logistica in terra straniera. Oggi il nostro fatturato fuori dall’Italia ha raggiunto quota 35 per cento, ancora una volta vince il design e la qualità 100% made in Italy, ma anche la nostra cura del dettaglio e le scelte produttive che rispettano l’ambiente e i lavoratori. Abbiamo inaugurato un avveniristico impianto di verniciatura a zero impatto ambientale, che ci consente di gestire in casa questo delicato processo produttivo nonché di personalizzare qualsiasi tenda o pergola con il colore desiderato. Non ci è mai passato per la mente di lasciare il Friuli, abbandonare questa terra avrebbe risvolti anche sociali di cui sentiamo una giusta dose di responsabilità”.
Il tifone Covid-19 in che fase vi ha sorpreso? “Nella migliore fase possibile, ovvero con una crescita a doppia cifra nei primissimi mesi 2020 rispetto all’anno precedente. E un’organizzazione pronta a esaudire gli ordinativi di pergole e tende che, in particolare quest’anno, erano partiti davvero bene. Avevamo anche già assunto il personale extra per la stagione, che abbiamo peraltro confermato indipendentemente dal lockdown. Insomma la tempesta ha interrotto un momento particolarmente favorevole”.
Avete dovuto ripensare i vostri obiettivi strategici? “Ovviamente abbiamo dovuto rivedere immediatamente le nostre previsioni di crescita e di conseguenza anche il nostro impegno verso i fornitori. Li abbiamo contattati per ridefinire insieme le nuove condizioni e i quantitativi di lavoro che si possono attendere da Pratic, un modo questo per offrire un quadro certo – pur se nella difficoltà del momento – a tutti i partner che contribuiscono al successo della nostra azienda”.
La crisi in corso vi ha fatto nascere anche idee nuove? “Le pergole e le tende sono soluzioni complesse e richiedono molto impegno dal punto di vista progettuale e della stessa produzione. Quel che è certo è che oggi il nostro prodotto viene ricercato moltissimo perché offre lo spazio vitale di cui tutti abbiamo bisogno, che moltiplica le superfici, sostituendo la gita fuori porta, i party all’aperto e molto altro ancora. Durante queste settimane siamo stati raggiunti da moltissime richieste di preventivi sia da parte di abitazioni private, sia da ristoranti, hotel e aziende del ricettivo turistico”.
Come immaginate il vostro settore post Covid-19? “In tempi di distanziamento sociale, il settore outdoor ha una grande opportunità, ovvero quella di creare facilmente uno spazio inedito che prolunga la propria casa o il proprio ristorante. Il tutto in sicurezza, comfort e con qualsiasi condizione meteo.
Detto questo, nei prossimi mesi conterà molto ciò che avverrà nel settore del turismo: se riparte – anche parzialmente –il nostro settore avrà un vantaggio importante, perché è tra i pochi in grado di risolvere in maniera efficace e sicura il problema del comfort nonostante le regole rigide, soprattutto negli esercizi pubblici”.

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Green

Life Style

Gli speciali

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori