Home / Calcio dilettanti / Coppa Italia: Tamai e Ufm passano il turno

Coppa Italia: Tamai e Ufm passano il turno

Le formazioni di Birtig e Zoratti eliminano Sanvitese e Triestina. Decidono Petris e Miraglia. Domenica le sfide con Sacilese e Clodiense

Coppa Italia: Tamai e Ufm passano il turno

Buona la prima per il Tamai che batte la  Sanvitese nel preliminare di Coppa Italia. Prima partita ufficiale per la squadra di Gianluca Birtig e prima vittoria con il risultato finale di 3-2. Buon primo tempo chiuso sul 2-0 con il risultato che potrebbe essere stato più rotondo, inizio secondo tempo fiacco con rimonta della Sanvitese fino al pareggio. Chiusura alla mezz'ora con il gol partita di Petris.

Inizio spumeggiante per le furie rosse già in vantaggio al 4' (Cima) con un bel tiro pennellato all'incrocio da calcio di punizione. Raddoppio poco dopo al 10' di Bolzon che riceve palla e infila Peresson dal limite. Il risultato potrebbe essere più rotondo ma il palo nega la gioia del gol a Conte. Primo tempo che si conclude con il doppio vantaggio.

Nel secondo tempo il Tamai entra in campo poco concentrato (e molle) e la Sanvitese accorcia le distanze su calcio di rigore. Scappin sbaglia rinvio e impatta la palla con la mano. Rigore solare ma evitabile (2' s.t. Della Bianca). La Sanvitese ci crede e i suoi sforzi sono premiati col pareggio al 4' della ripresa. firmato Zanet. Cross in area, errore di Corazza che lascia il pallone a due metri da Peressini che subisce il raddoppio. Il Tamai non demorde e con calma riacquista il possesso del gioco che si traduce con un lancio in verticale di Hagan verso Petris che infila di piatto Peresson al 32' s.t. Nel finale le furie rosse amministrano il vantaggio e la partita si porta al termine senza particolari occasioni. Domenica altro derby, con la Sacilese.

Le foto del match

Il tabellino

TAMAI: 1 Peressini, 2 Ferramosca, 3 Corazza (14 Balduit), 4 Petris, 5 Perissinotto, 6 Scappin, 7 Conte, 8 Hagan, 9 Tomada (17 Alba), 10 Cima, 11 Bolzon (18 Sellan).
A disposizione: 12 Francescutti, 13 Colombera 14 Balduit, 15 Rossi, 16 Meneghel, 17 Alba, 18 Sellan.
Allenatore Birtig Gianluca.

SANVITESE: 1 Peresson, 2 Sotgia, 3 Zuliani, 4 Scodellaro (15 Serafin), 5 Giacomini, 6 Cucciardi, 7 Zanet (Giusti), 8 Antoniolli, 9 Della Bianca, 10 Giglio, 11 Stheinhaus (18 Turri).
A disposizione: 12 Daneluzzi, 13 Geremia, 14 Giusti, 15 Serafin, 16 Amadio, 17 Giacomini, 18 Turri, 19 Zoratti, 20 Del Degan.
Allenatore: Muzzin Massimo.

Arbitro e Collaboratori: Sartori, Lena, Selva.

Marcatori: Cima 4' pt, Bolzon 10' pt, Della Bianca 2' st, Zanet 4' st, Petris 32' st

 

L'Ufm, al debutto stagionale in una competizione ufficiale, grazie ad un gol di Nicholas Miraglia allo scadere espugna per la prima volta il "Nereo Rocco" di Trieste ed accede al secondo turno di Coppa Italia. Se il sentitissimo derby della Venezia Giulia ha avuto un lieto epilogo, le battute iniziali registrano purtroppo un amaro episodio: dopo solo una manciata di secondi dal fischio d'inizio, Christian Araboni viene colpito in maniera durissima a centrocampo da un avversario ed è costretto a lasciare il terreno di gioco. Trasportato presso l'ospedale di Cattinara per essere sottoposto ad accertamenti clinici, i sanitari hanno riscontrato la frattura di tre costole ed un versamento nel polmone, per cui si è reso necessario trattenere il giocatore presso il nosocomio del capoluogo regionale. L'uscita del "Toro" costringe Mister Zoratti ad un cambio forzato già dopo pochissimi minuti, inserendo Bardini nel tentativo di mantenere invariato l'assetto tattico della propria formazione. La prima occasione del match è di marca alabardata: Bertoni, lanciato da Taddeucci, manca di un soffio la deviazione vincente a due passi da Contento. Dopo una lunga fase di gioco nella quale il gioco ristagna a centrocampo, nel finale la Triestina tenta di impensierire il numero uno cantierino dapprima con una punizione di Bortolotto alta di poco, quindi allo scadere con Zetto che conclude da buona posizione trovando l'opposizione di pugno di Contento.

Nella ripresa l'UFM prende coraggio e comincia subito fortissimo: Raffa, da centro area, calcia una bordata a colpo sicuro con l'estremo difensore giuliano Del Mestre che si salva anche grazie all'aiuto della traversa. Dopo alcuni tentativi senza esito dei padroni di casa, al 78' la Triestina rimane in dieci: Zetto, già ammonito, si tuffa platealmente in area beccandosi il secondo cartellino giallo e la conseguente doccia anticipata. Nonostante l'inferiorità numerica, i locali hanno un sussulto al minuto 83 con Da Ros, ma in questo caso è Contento a compiere il miracolo come fatto in precedenza dal proprio collega Del Mestre, negando di piede la gioia del gol all'attaccante alabardato. Gioia che invece arride all'Unione Fincantieri Monfalcone all'87', quando Bergamasco serve alla perfezione a centro area Acampora che controlla e scaglia un fendente che va ad infrangersi sulla base del palo, sulla ribattuta è lesto Miraglia che insacca a colpo sicuro. In pieno recupero altra chance per i cantierini in contropiede, ma Raffa conclude troppo centrale consentendo a Del Mestre di bloccare la sfera. A fine gara il commosso urlo da parte della squadra a salutare il Team Manager Vincenzo Maccarrone, presenza silenziosa ma puntuale, un vero amico venuto a mancare sabato mattina ed al quale i giocatori hanno voluto dedicare il successo. Ricordiamo che stasera alle ore 19, al Comunale di via Boito, prenderà il via la 13ª edizione del Memorial Brienza, con l'UFM già subito di scena assieme a Juventina e San Luigi. L'Ufm affronterà la Clodiense domenica prossima.

Il tabellino

UNIONE TRIESTINA 2012 (4-3-3): Del Mestre; Potenza, Piscopo L., Vianello, Cardin (88’ Monti); Paolucci, Piscopo M., Zetto; Bortolotto (65’ Da Ros), Bertoni (73’ De Bona), Taddeucci. A disp: Franceschin, Lapaine, Frangu, Pratolino, Cipracca. All. Costantini
U.F.M. (4-4-2): Contento; Cussigh, Gallinelli, Carli, Missio; Bergamasco, Coacci (70’ Miraglia), Raffa, Martincigh; Acampora, Araboni (7’ Bardini; 46’ Strussiat). A disp: Zwolf, Montina, Dallan, Costa. All. Zoratti

ARBITRO: Sartori (Sez. Padova); ASSISTENTI: Antonello e Zampese (Sez. Bassano)

NOTE: Spett. circa un migliaio. Rec. 1’ e 3’. Ammoniti: Zetto, Paolucci (Ts), Coacci, Missino (Ufm). Espulso: Zetto al 33’st per doppia ammonizione.

 


 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori