Home / Calcio dilettanti / E’ nata l’Unione Basso Friuli

E’ nata l’Unione Basso Friuli

Latisana, Pertegada e Ronchis fanno squadra per offrire ai giovani una prospettiva di crescita, dai primi calci alla Promozione

E’ nata l’Unione Basso Friuli

L’unione fa la forza e permette di guardare al futuro, senza dimenticare la propria storia. Superando tanti anni di campanilismo, Latisana, Pertegada e Ronchis hanno deciso di dare vita a una nuova realtà calcistica, con un focus sul settore giovanile.

“Il progetto dell’Unione Basso Friuli – spiega il presidente del sodalizio Corrado Guerin – è maturato durante il lockdown, da un’idea lanciata un anno fa da me e da Fabiano Buffon, presidente del Pertegada e attuale vice dell’Ubf. La nostra prima mission è quella di far crescere i ragazzi, dando loro visibilità e spazi per giocare anche in prima squadra. Abbiamo tenuto simbolicamente i colori sociali: alla base nera, si sommano il giallo (Pertegada), il verde (Latisana) e il blu (Ronchis). Abbiamo unito anche le strutture dei tre comuni: la Promozione, affidata a mister Simone Vespero, giocherà a Latisana, mentre la Coppa è in corso a Pertegada; gli Juniores di Franco Giulio, invece, saranno di casa a Ronchis”.

L’Ubf, grazie a un bacino di 250 tesserati, senza contare Junior e prima squadra, sarà impegnata in tutte le categorie. “Accanto a diverse squadre di primi calci, abbiamo quattro squadre di Pulcini, due squadre di Esordienti, due Giovanissimi (una militerà nel campionato regionale e una in quello sperimentale) e una squadra Allievi regionale. In Promozione abbiamo dato vita a una formazione molto giovane, con un’età media di 22 anni, richiamando tanti atleti della zona che vestivano la maglia di altre società, oltre a un paio di stranieri di esperienza, come Arcaba Predag e Osagiede Osay Frank”, prosegue Guerin. “L’obiettivo? Puntiamo a difendere la categoria. Poi, una volta raggiunta la salvezza, magari proveremo a toglierci qualche soddisfazione…”.

“Un altro punto chiave è quello di riorganizzare tutta la struttura. Dal momento che il nostro primo scopo è formare i giovani, sfrutteremo la collaborazione con il Pordenone Calcio che organizza ottimi corsi di formazione per gli allenatori, focalizzati a farli diventare innanzitutto educatori. Vogliamo che, accanto alle nozioni tecniche, possano trasmettere ai ragazzi importanti valori di vita, dall’alimentazione all’impegno nello studio”.

Lo staff schiera come ds Sandro Bincoletto (Promozione), Enrico Zuccato (Juniores), Lia Tisci e Nadir Faggiani (settore giovanile); tre i responsabili campo: Gianni Piazza a Ronchis, Andrea Venaruzzo a Latisana e Antonio Milan a Pertegada.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori