Home / Cronaca / A Gorizia, un gioiello verde dentro la città

A Gorizia, un gioiello verde dentro la città

Il parco della Valletta del Corno cambierà volto per diventare una sorta di Central Park del capoluogo

A Gorizia, un gioiello verde dentro la città

Il paragone che è già stato speso, magari un po’ impegnativo, è quello con ‘Central park’, il celeberrimo polmone verde di Manhattan. L’idea, in ogni caso, è chiara: il parco della Valletta del Corno cambierà volto per diventare un autentico gioiello nel cuore di Gorizia.
Merito del progetto da 21 milioni di euro (ma la gara per l’affidamento dei lavori che è in corso, con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, porterà ad abbassare questa cifra interamente finanziata dalla Regione) per la riqualificazione del torrente Corno e dell’area verde che attraversa. Ci vorrà un po’ di pazienza, visto che una volta espletate tutte le procedure burocratiche il cantiere potrebbe aprire all’inizio del 2020, e di lì serviranno poco più di due anni per veder ultimati i lavori, ma il risultato è destinato a essere ‘epocale’ per il capoluogo isontino, dato che sarà rinnovata una grande area degradata da decenni.
“La Valletta del Corno resterà un parco, ma intendiamo renderla un luogo pubblico di incontro e attività all’aria aperta, un punto di riferimento per la città e per tutte le fasce d’età – dice il sindaco Rodolfo Ziberna -. Al suo interno ci saranno piste per le mountain bike, infopoint, uno spazio per piccoli concerti o eventi”. Un centro espositivo e informativo in particolare troverà posto nell’edificio oggi abbandonato in prossimità dell’accesso di via Brass, che sarà ristrutturato e dotato di diversi servizi, compresi quelli igienici.

Percorsi tematici
Il progetto prevede poi la manutenzione e la pulizia del bosco presente lungo i versanti della valletta, con l’introduzione di percorsi tematici, pedonali e ciclabili. Soprattutto, i goriziani potranno scoprire anche le parti oggi inaccessibili del grande parco, interamente recuperate e raggiungibili da ingressi e assi viari che saranno ripristinati o valorizzati. Senza contare che il torrente Corno, una volta risanato, potrà essere ammirato nuovamente in superficie per un tratto del suo corso.
Così è destinata a nascere appunto una grande e unica area verde che avrebbe davvero i connotati del Central park di Gorizia.
“La Valletta diventerà un tutt’uno con il parco di Villa Louise e quello di Villa Coronini – osserva ancora il sindaco Ziberna -, affiancandosi nel panorama degli spazi verdi cittadini al Giardino Viatori e al Parco di Piuma”.
Per il quale, peraltro, resta sempre sullo sfondo il sogno della cosiddetta Isonzo Beach, l’area attrezzata con chiosco, ombrelloni, tavolini e servizi igienici che permetterebbe ai goriziani di vivere meglio e di più il loro fiume.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori