Home / Cronaca / Circonvallazione di San Vito, Fiume Veneto chiede nuova segnaletica

Circonvallazione di San Vito, Fiume Veneto chiede nuova segnaletica

Zannese: "Abbiamo deciso di formalizzare un'istanza alla società Fvg strade per finalizzare le indicazioni verso la rete autostradale A28, ingressi di Villotta di Chions e Azzano Decimo"

Circonvallazione di San Vito, Fiume Veneto chiede nuova segnaletica

La giunta comunale di Fiume Veneto ha deliberato e indirizzato a Friuli Venezia Giulia Strade spa, società della Regione che ha in gestione la viabilità sovracomunale, una richiesta di modifica e aggiornamento della segnaletica stradale a seguito dell’apertura della nuova bretella denominata “Circonvallazione di San Vito”.

La nuova circonvallazione, realizzata dopo alcuni decenni di attesa, ha lo scopo di collegare la zona industriale “Ponte Rosso” con lo svincolo autostradale di Villotta, con l’obiettivo di sgravare i centri abitati dal traffico veicolare, in particolare quello pesante.

“Anche il Comune di Fiume Veneto - dichiara il Sindaco Jessica Canton - può beneficiare della nuova arteria, in particolare per la frazione di Bannia e il capoluogo, per gli utenti che, provenienti dal sanvitese, devono raggiungere Pordenone.

Nelle scorse settimane il consigliere comunale di Flumen Alessandro Zannese ha analizzato la situazione e verificato in loco come l’attuale segnaletica stradale sia fuorviante: lungo il tragitto, il traffico viene indirizzato verso il territorio fiumano, piuttosto che per la prosecuzione fino all’ingresso autostradale nella frazione di Villotta di Chions. I due percorsi, che collegano il sanvitese con il capoluogo provinciale, hanno durata e lunghezza analoga (circa 27 minuti per percorrere 28 chilometri).

Abbiamo deciso quindi di formalizzare una apposita istanza alla società FVG strade perché riveda ed aggiorni la segnaletica stradale, finalizzando le indicazioni verso la rete autostradale A28, ingressi di Villotta di Chions e Azzano Decimo, per alleggerire il passaggio dei mezzi, soprattutto pesanti, sia nella frazione di Bannia che nel centro di Fiume Veneto.”

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori