Home / Cronaca / Con la patente falsa, trentenne denunciato

Con la patente falsa, trentenne denunciato

Si tratta di un cittadino pachistano che viaggiava a bordo di un'auto priva dell'assicurazione

Con la patente falsa, trentenne denunciato

Grazie agli operatori specializzati nel falso documentale, è stato possibile denunciare un trentenne pachistano che guidava con una patente falsa.
Nei giorni scorsi, durante i controlli finalizzati alla sicurezza stradale, gli Agenti della Polizia Locale di Pordenone-Cordenons hanno fermato un veicolo in centro città. Alla richiesta dei documenti di circolazione, il conducente non è riuscito a fornire la patente di guida, asserendo di averla dimenticata a casa, né era in grado di esibire il certificato assicurativo. Da un controllo sulla regolarità del veicolo, lo stesso è risultato privo di assicurazione, pertanto è immediatamente scattava la sanzione e il sequestro del mezzo. Gli agenti hanno quindi invitato il trentenne cittadino pachistano a portare la patente in visione al Comando di Polizia, ma il documento esibito, rilasciat dallo stato del Pakistan, ha insospettito gli Agenti che da un controllo minuzioso e con l’utilizzo della strumentazione in possesso, hanno accertato delle microdifformità, invisibili ad occhio nudo, rispetto al documento originale rilasciato dallo stato del Pakistan.
Il conducente del veicolo è stato sanzionato per guida senza patente ed indagato per il reato di uso di atto falso con conseguente sequestro del documento.
“La continua formazione e la professionalità dei nostri agenti, uniti agli investimenti in tecnologie all'avanguardia, ci consentono di monitorare il territorio anche rispetto a falsi documentali che rivelano fenomeni, pericolosi, di guida senza aver seguito la patente, aggravata dal condurre veicoli privi di assicurazione. A tutela dei nostri cittadini, con l'obiettivo di reprimere questi fenomeni e tutelare i cittadini e automobilisti onesti, continueremo con questi investimenti, in formazione del personale e acquisto di strumentazione adeguata.” Queste le parole dell’Assessore alla sicurezza Emanuele Loperfido.

0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori