Home / Cronaca / Era ai domiciliari, ma continuava a spacciare

Era ai domiciliari, ma continuava a spacciare

La Polizia di Stato di Udine ha arrestato un 35enne marocchino, aveva 25 grammi di cocaina e 2 grammi di metanfetamina

Era ai domiciliari, ma continuava a spacciare

Gli agenti delle Volanti della Questura di Udine hanno arrestato un 35enne marocchino per detenzione illecita ai fini di spaccio di 25 grammi di cocaina e due grammi di metanfetamina.

Lo straniero, noto agli operatori, stava scontando gli arresti domiciliari, dall’estate scorsa, in un’abitazione udinese, sempre per spaccio di stupefacenti; il 28 ottobre era evaso, facendo perdere le sue tracce; a suo carico, quindi, c'era un ordine di carcerazione per espiare la pena residua di un anno e sei mesi in carcere.

Venerdì sera una Volante lo ha rintracciato in un bar nei pressi della stazione ferroviaria. Portatolo in Questura, gli operatori gli hanno poi trovato addosso un sacchetto con 25 grammi circa di cocaina, cellophane utilizzato per il frazionamento in dosi dello stupefacente, due grammi di metanfetamina suddivisi in due “pietre” e un bilancino di precisione. E' stato quindi fermato per la detenzione illecita e, in esecuzione dell’ordine di carcerazione. è stato poi associato alla locale casa circondariale.


0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori