Home / Cronaca / Giornalismo in lutto, è morto Piero Villotta

Giornalismo in lutto, è morto Piero Villotta

Da tempo malato, si è spento questa mattina a Udine. Volto storico della Rai, tra poco avrebbe compiuto 73 anni

Giornalismo in lutto, è morto Piero Villotta

Lutto nel mondo del giornalismo regionale. Si è spento questa mattina, alla soglia dei 73 anni, Piero Villotta, a lungo volto della Rai regionale (tutti lo riconoscevano per i suoi amati e immancabili papillon) e presidente per 12 anni dell’Ordine dei giornalisti del Fvg, oltre che rappresentante nel Consiglio nazionale. Da tempo soffriva di gravi patologie cardiache.

Era entrato in Rai Fvg alla fine degli anni ’80, dopo un periodo al Gazzettino, prima nella redazione di Trieste e, dal 1995, in quella di Udine, del quale è stato a lungo una delle colonne portanti, collaborando anche con la storica trasmissione radiofonica Vita nei campi. Dopo il pensionamento, ha guidato il Ducato dei vini friulani ed è stato vicepresidente dell'Ente Friuli nel Mondo.

I funerali si terranno giovedì 1 ottobre alle 10.30 nella chiesa di Santa Maria Assunta in viale Casore. La salma sarà esposta da domani pomeriggio nella Casa Funeraria Mansutti di via del Calvario, dietro al cimitero udinese di San Vito.

“Lascia un vuoto importante, incolmabile nella società friulana”, sono le parole che Cristiano Degano, attuale presidente dell’Ordine dei giornalisti Fvg ha affidato a Telefriuli. “Abbiamo vissuto assieme anni che hanno profondamente cambiato la nostra professione e la comunicazione in generale. Ci conoscevamo da 40 anni, da quando siamo arrivati, più o meno nello stesso periodo in Rai, dove abbiamo a lungo fatto parte del Comitato di redazione. Nel 2013 gli sono subentrato alla guida dell’ordine e lui si è candidato al consiglio nazionale, dove ha sempre portato avanti tante battaglie, anche per la nostra terra. Piero ha lasciato un’impronta forte nel giornalismo friulano e del Fvg”.

L’Ordine dei giornalisti e l’Assostampa del FVG sono vicini alla famiglia in questo doloroso momento.

"Appresa la notizia, sono a esprimere le più sentite condoglianze della Regione alla famiglia di Piero Villotta", scrive in un tweet il vicegovernatore Riccardo Riccardi. "Lascia indubbiamente un vuoto nel giornalismo del FVG: un uomo di valore che resterà sicuramente nella memoria della nostra comunità".

"Piero Villotta ha rappresentato un punto di riferimento per l'informazione del Friuli Venezia Giulia, prima nel suo ruolo di cronista Rai e poi da presidente dell'Ordine regionale dei giornalisti. In entrambi i ruoli, ha garantito equilibrio e dialogo, ben comprendendo le specificità di un territorio così variegato geograficamente, culturalmente e socialmente". Il presidente del Consiglio Fvg, Piero Mauro Zanin, ricorda così "uno dei giornalisti regionali più conosciuti dal pubblico televisivo", morto oggi a Udine all'età di 72 anni.

"In un mondo dell'informazione che - evidenzia Zanin - sta vivendo cambiamenti epocali, ampliando giorno dopo giorno modalità, mezzi e punti di accesso da parte di utenti sempre più raggiungibili in tempo reale, uno dei compiti più importanti quanto difficili del giornalista è quello di garantire credibilità, competenza e completezza. Di Villotta - conclude il presidente del Cr Fvg - conserviamo l'esempio di ciò che significa essere al servizio dei cittadini".

"Un saluto a Piero Villotta, giornalista che ha attraversato con la sua professionalità la storia degli ultimi decenni della nostra regione. Una persona che ho avuto modo di conoscere e apprezzare, a volte condividendone le idee altre volte meno ma sempre riconoscendo in lui un profondo amore per la nostra terra. Amore che ha praticato nel raccontarla, nel difenderla, nel richiamarne storia e autonomia, e anche promuovendone i suoi straordinari prodotti". Così il segretario regionale Pd Fvg, Cristiano Shaurli, ricorda Piero Villetta, storico giornalista della sede Rai di Udine e già presidente dell'Ordine dei Giornalisti Fvg.

"Con Pietro Villotta se ne va un pezzo di storia del giornalismo del Fvg, un professionista che con serietà ha raccontato la nostra regione, dimostrando, su diversi frangenti, l'attaccamento e l'amore verso la sua terra. Ho avuto modo di confrontarmi, nella precedente legislatura in particolare negli anni di assessorato all'Agricoltura, con la sua passione per la cultura e la storia della nostra terra, lavorando assieme sia alla valorizzazione dell’Ente Friuli nel Mondo, sia nel Ducato dei vini”. Lo afferma il capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello ricordando Piero Villotta, storico giornalista della Rai Fvg e già presidente dell'Ordine dei Giornalisti Fvg.

"Piero Villotta è stato il simbolo del giornalismo televisivo friulano. Cronista attento e sempre puntuale, ha saputo entrare nell’immaginario collettivo della nostra comunità grazie a una combinazione unica di talento e sensibilità e a uno stile d’uomo d’altri tempi, reso inconfondibile dall’immancabile papillon. Ma Piero è stato anche un udinese attivamente partecipe della vita della città e dell’intero Friuli, alla quale ha sempre dato un contributo originale e appassionato di idee e di visione, soprattutto durante la sua vicepresidenza dell’Ente Friuli nel Mondo”, dichiara il Sindaco di Udine Pietro Fontanini.

"Ci mancheranno la sua professionalità, la sua serietà e la sua precisione nello svolgere il mestiere del giornalista, che per lui era una vera e propria missione, ma, più di ogni altra cosa, a tutti quelli che lo hanno conosciuto mancherà la possibilità di scambiare, anche al volo, magari incrociandosi per strada, qualche parola e qualche commento mai scontato sui tempi che corrono. Mandi Piero, ci mancherai”, conclude Fontanini.

"Ci lascia un professionista che sapeva fare il suo mestiere, con eleganza, preparazione, ironia", scrive su twitter la senatrice Sandra Savino (Forza Italia). "Ma anche una persona che ha sempre aiutato gli altri, affermando ho avuto tanto, è giusto dare. Rip Piero Villotta".

“Il Friuli Venezia Giulia ha perso una delle sue voci di riferimento, un giornalista attento come pochi al territorio e ai suoi aspetti sociali, culturali e politici”. Con queste parole i consiglieri regionali del gruppo di Forza Italia, Giuseppe Nicoli, Franco Mattiussi e Mara Piccin, esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di Piero Villotta, già cronista Rai e già presidente regionale dell’Ordine dei giornalisti. “Il suo impegno, unito ai modi sempre equilibrati e privi di faziosità e all’amore per la sua terra – aggiungono i forzisti -, ne hanno fatto uno dei migliori esempi da seguire per il mondo dell’informazione, più che mai bisognoso, oggi, di simili figure di riferimento”.

"Giornalista esemplare, sempre impegnato in azioni condotte con profondo senso civico e grande professionalità, è stato un punto di riferimento per i friulani e per il giornalismo del Friuli Venezia Giulia". Lo afferma in una nota di cordoglio il capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Mauro Bordin, esprimendo commozione a nome di tutto il suo Gruppo per la scomparsa di Villotta. "Da giornalista - conclude Bordin - è stato attento osservatore e interprete di eventi civili e politici. Ha ricoperto cariche importanti, sempre con impegno e dedizione. Il suo carisma lascia un vuoto nel cuore di quanti hanno avuto il privilegio di conoscerlo".

"Paladino della libera informazione e cultore della friulanità in ogni forma". Queste le parole di cordoglio espresse a nome del gruppo consiliare di Progetto Fvg per una Regionale Speciale/Ar dal presidente Mauro Di Bert, accompagnate da un messaggio di condoglianze rivolto alla famiglia. "Con la scomparsa di Piero Villotta, decano del giornalismo, la nostra regionale ha perso un professionista onesto, portatore degli ideali di un giornalismo mai sopra le righe, mai fazioso. Il suo lungo impegno all’interno dell’ordine professionale ne è la conferma. Sostenitore della cultura locale e in particolare del mondo agricolo regionale, attraverso la sua professione ha raccontato questo angolo di Nord Est dimostrando amore per la sua terra e le sue tradizioni". 

I consiglieri regionali del Patto per l’Autonomia, Massimo Moretuzzo e Giampaolo Bidoli, esprimono cordoglio per la morte del giornalista friulano Piero Villotta, storico volto della sede Rai di Udine, già presidente dell’Ordine regionale dei giornalisti, che ha saputo raccontare la sua terra con professionalità e profondo amore.

0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori