Home / Cronaca / Giornata di soccorsi in montagna: trovati i due dispersi

Giornata di soccorsi in montagna: trovati i due dispersi

Pomeriggio di interventi per le stazioni del Soccorso Alpino e Speleologico del Friuli Venezia Giulia

Giornata di soccorsi in montagna: trovati i due dispersi

Pomeriggio di interventi per le stazioni del Soccorso Alpino e Speleologico del Friuli Venezia Giulia.

A Tarvisio un uomo del 1954 G. (nome) B. (cognome) residenza non nota ma corregionale, ha chiesto aiuto intorno alle 12 perché a seguito di puntura da insetto era andato in shock anafilattico. L'uomo era andato a funghi nel cosiddetto Coston dei Tedeschi, area boschiva tra Camporosso e il Lussari e ha chiesto immediatamente aiuto. Essendo un medico è riuscito da solo ad autosomministrarsi i farmaci ed è stato anche raggiunto da un familiare in attesa dei soccorsi. i soccorritori della stazione di Cave del Predil lo hanno poi raggiunto conducendo sul posto il personale del 118 e hanno atteso con lui l'arrivo dell'elisoccorso regionale che era impegnato altrove.
L'intervento si è concluso intorno alle 14.30 con il recupero dell'uomo, condotto a Tolmezzo: non è in gravi condizioni. Sul posto anche i Vigili del Fuoco di Tarvisio.

Tra le 16.30 e le 17.45 sono stati i soccorritori della stazione di Moggio - Pontebba ad essere impegnati per ritrovare due escursionisti udinesi dispersi nei boschi. Si trattava di un uomo P. E. (nome) Z. (cognome) del 1968 e di una donna F. (nome) M. (cognome) del 1969 che stavano percorrendo il tratto che collega Casera Slenza a Plans di Pontebba lungo una traccia di sentiero non segnata che ha fatto loro perdere l'orientamento nel bosco. Hanno riferito di aver vagato per un'ora nel tentativo di ritrovare la traccia giusta e di esser finiti in un punto impervio e scivoloso a causa del terreno bagnato, decidendo poi di chiedere aiuto. I soccorritori, dopo aver cercato invano di individuarli con le coordinate, che portavano in tutt'altra zona, hanno pensato bene di chiedere ai due gitanti di descrivere cosa vedevano dal punto in cui si trovavano, Grazie ai riferimenti ottenuti - la vista dell'elettrodotto - i soccorritori sono arrivati in breve sul posto dopo aver guadagnato quota con il mezzo fuoristrada lungo la pista forestale. Li hanno caricati a bordo e condotti in salvo. Sul posto anche la Guardia di Finanza di Sella Nevea e i Vigili del Fuoco.

E' ancora in corso invece un intervento di ricerca per due persone, un adulto e un minorenne - dati e residenza non ancora noti - dispersi nei dintorni del Glemine. Impegnate sul posto le squadre della stazione di Udine. Dopo aver individuato la posizione dei due escursionisti in una zona molto impervia, i tecnici del Soccorso Alpino hanno allestito delle calate di corda dall'alto per andarli a recuperare. Ci vorrà ancora del tempo per il recupero e la chiusura.f
Sul posto sono giunti in un secondo tempo anche i Vigili del Fuoco.

 

Aggiornamento alle 23

Si è concluso intorno alle 22 l'intervento di recupero dei due escursionisti udinesi, padre, E. N. del 1982 e figlio, G. N., del 2013, che si erano persi al rientro dal Monte Cuarnan finendo in un luogo impervio. I soccorritori, insieme Soccorso Alpino, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco, li hanno recuperati dopo aver effettuato una calata con la corda per raggiungerli e li hanno condotti in sicurezza fino all'automobile. 
 
0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori