Home / Cronaca / Party per la fine del lockdown, chiuso un locale a Spilimbergo

Party per la fine del lockdown, chiuso un locale a Spilimbergo

Gli invitati, tutti senza mascherina, hanno postato le foto sui social e concluso la serata orinando sulle vetrine e i palazzi vicini

Party per la fine del lockdown, chiuso un locale a Spilimbergo

Primi effetti del mancato rispetto delle norme anti Covid-19. A farne le spese un locale di Spilimbergo, che è stato chiuso per 45 giorni su disposizione del Questore di Pordenone Marco Odorisio. Questa mattina il Sindaco Enrico Sarcinelli ha segnalato alle forze dell'ordine la sua preoccupazione per l’ordine e la sicurezza; una situazione che dura da anni e che è culminata in una festa decisamente 'sopra le righe' organizzata nella notte tra lunedì 18 e martedì 19 maggio, proprio in occasione dell'avvio della fase due e della riapertura delle attività.

La Polizia di Stato ha ricostruito una lunga serie di intimidazioni, minacce e danneggiamenti nei confronti di esercenti e residenti della zona da parte degli avventori del bar e della titolare, una 48enne cittadina albanese. A far suonare l'allarme è stato il party allestito per salutare la fine del lockdown, al quale hanno preso parte numerose persone che, senza mascherine e non rispettando il distanziamento, hanno festeggiato fino alle 3 del mattino. Per concludere, hanno orinato sulle vetrine dei negozi vicini e sui muri dei palazzi storici.

A conferma del mancato rispetto delle norme anche una serie di foto postate in rete, che ritraggono 21 persone, tutte ammassate e abbracciate tra loro, senza protezioni per naso e bocca, che saranno identificate e sanzionate.

Riscontrata, quindi, la sussistenza dei presupposti normativi, il Questore ha adottato in via d’urgenza il provvedimento di sospensione, eseguita questa sera dal personale dell’Ufficio Polizia Amministrativa e di Sicurezza della Questura di Pordenone e del Distaccamento della Polizia Stradale di Spilimbergo. La titolare è stata anche multata per mancato rispetto delle disposizioni anti Coronavirus. Nel frattempo è stata avviata la proposta al Prefetto per l’adozione del provvedimento di chiusura.

Gli agenti sono impegnati anche nei controlli 'anti-movida' a Pordenone, per verificare che non si verifichino assembramenti.

2 Commenti
luca-DUCK

"Debaucheries were then practised in town as openly as ever" così descrive Daniel Defoe uno degli aspetti comportamentali degli "impazziti" nel suo chronicon sulla peste a Londra del 1665. Il "typus" umano è sempre quello nei secoli. Defoe meglio di ogni altro descrive cosa facevano i suoi concittadini nella più grande epidemia dei suoi tempi. I "witts" li perdevano tutti e la follia era forse la più grave piaga. C'è un Defoe oggi a Spilimbergo o solo "socials"?

luca-DUCK

"In taberna quando sumus non curamus qui est humus, hocu pocu operamus... etc. etc" Crdete che siano gli unici che prprio non vogliono capire?

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori