Home / Cronaca / Sicurezza, 400mila euro dalla Regione a Pordenone e Cordenons

Sicurezza, 400mila euro dalla Regione a Pordenone e Cordenons

I soldi serviranno a coprire le spese per nuova sede, divise, tecnologie e strumenti di controllo del territorio

Sicurezza, 400mila euro dalla Regione a Pordenone e Cordenons

La sicurezza di Pordenone e Cordenons potrà contare su circa 400mila euro di finanziamenti regionali. Un cifra cospicua che andrà a coprire spese per sedi, divise, tecnologie, strumenti di controllo. 168mila euro sono destinanti alla nuova casa della polizia locale: oltre alla nuova armeria, la nuova sede necessiterà di lavori di adeguamento, con la previsione anche di locali per la detenzione, una nuova centrale operativa completa di maxischermi e arredi. Inoltre sarà implementata la tecnologica della Centrale Operativa anche mediante l’installazione di nuovi sistemi informatici per la gestione delle attività e dei servizi, le richieste di intervento, eventuali attività di rendicontazione e di estrapolazione di dati statistici o per l’interconnessione con le altre Centrali operative.

Altri 35mila euro sono stati stanziati per le spese per gli Autovelox e i loro box, oltre alla fornitura di pretest, etilometri e narcotest. Pronti anche 28mila euro per l’acquisto di 4 scooter e per il potenziamento di collegamenti telefonici, telematici, servizi informatici e apparati radio. Infine un finanziamento di 79 mila euro, in parte corrente, servirà per la manutenzione ordinaria degli impianti di videosorveglianza e di lettura targhe, l’acquisto e aggiornamento software di gestione e le spese per l’acquisto delle divise ordinarie e operative per gli agenti di polizia locale.

“Grazie ad una organizzazione efficiente ed una programmazione lungimirante il Comando di Pordenone e Cordenons potrà usufruire di finanziamenti per ottimizzare ancor di più la presenza sul territorio”, afferma l’assessore alla Sicurezza di Pordenone, Emanuele Loperfido.

Soddisfatta anche l’assessore di Cordenons, Lucia Buna: “La convenzione su base volontaria – dice – dimostra che è questa la strada giusta per ottenere un’organizzazione efficace e riuscire ad avere contributi fondamentale per garantire presenza e controllo sul territorio”.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori