Home / Cronaca / Un 'alieno' nei sotterranei di Trieste

Un 'alieno' nei sotterranei di Trieste

Si tratta dell'Amblypygio, una specie dagli oltre 300 milioni di anni di storia riscoperta nel sottosuolo

Un 'alieno' nei sotterranei di Trieste

Diciamocelo subito, non sono per niente belli. Anzi, molte persone che già trovano repellenti i ragnetti comuni, sicuramente rimarrebbero impressionati da un aracnide di questo tipo. Stiamo parlando degli amblipigi, una specie dagli oltre 300 milioni di anni di storia riscoperta nel sottosuolo di Trieste, lontano antenato dei ragni e degli scorpioni, ma appartenente ad un altro ordine, appunto quello degli Amblypygi. Seppure sia completamente innocuo per l'uomo, la lsua forma - vagamente aliena - con corpo appiattito e largo cefalotorace incute un certo ribrezzo.

Questo animale notturno – presente in particolar modo nei paesi bagnati dal Mediterraneo orientale - non era mai stato osservato in Italia. La presenza di una popolazione riproduttiva della specie è stata documentata in un bunker antiaereo della seconda guerra mondiale presente sotto il centro del capoluogo regionale.

Dispone di quattro paia di occhi, un paio mediano e tre laterali, otto zampe, di cui quelle anteriori - particolarmente lunghe e sottili - si sono evoluti in antenne. Le sue prede preferite sono altri artropodi invertebrati.

 

Il lavoro, pubblicato sul giornale scientifico Arachnology, è stato coordinato da Aracnofilia (Associazione Italiana di Aracnologia) con la partecipazione di Andrea Colla el Museo Civico di Storia Naturale di Trieste, Carlo Legittimo, Enrico Simeon, Filippo Castellucci e Gustavo Silva de Miranda, ricercatore presso lo Smithsonian’s National Museum of Natural History di Whashington D.C.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori