Home / Cultura / Accordo tra Biblioteca Paladin e Università di Udine

Accordo tra Biblioteca Paladin e Università di Udine

Obiettivo quello di mettere in comune studi e conoscenze, generando un effetto moltiplicatore sul piano della cultura giuridica, in termini di pubblicazioni ed eventi pubblici

Accordo tra Biblioteca Paladin e Università di Udine

Due diversi soggetti, un campo di interesse comune: il diritto pubblico, costituzionale e regionale. Sono questi i presupposti dell'accordo stipulato tra la Biblioteca del Consiglio regionale, intitolata a Livio Paladin, e il Dipartimento di scienze giuridiche dell'Università di Udine.

L'obiettivo è quello di mettere in comune studi e conoscenze, generando un effetto moltiplicatore sul piano della cultura giuridica, in termini di pubblicazioni ed eventi pubblici.

Il patto tra le due istituzioni è stato firmato di recente dal segretario generale del Consiglio regionale, Franco Zubin, e dalla direttrice del Dipartimento giuridico dell'Università di Udine, la professoressa Elena D'Orlando.

Da tempo la Biblioteca Paladin è specializzata in materie giuridiche, che rappresentano il pane quotidiano per i legislatori regionali, interessati a sviluppare le conoscenze in particolare nel campo del diritto costituzionale. Sull'altro versante, il dipartimento di studi giuridici dell'Ateneo friulano ha una consolidata tradizione di studi nell'ambito del diritto pubblico e regionale.


Queste affinità di interessi hanno già prodotto una conoscenza reciproca, grazie ai tanti studenti che si giovano dei servizi della Biblioteca - aperti da qualche anno anche al mondo della scuola - per prendere in prestito libri, documenti e riviste, chiedendo in alcuni casi assistenza nelle ricerche in vista della predisposizione della tesi di laurea.

Ora, con l'accordo tra le due istituzioni, questa collaborazione viene formalizzata e ampliata, per favorire uno scambio di conoscenze ancora più intenso. Sul piano pratico, docenti e studenti del Dipartimento di scienze giuridiche potranno accedere alla biblioteca Paladin anche nella fascia oraria tra le 12.30 e le 17, avranno diritto a un periodo di prestito dei volumi più esteso, fino a 30 giorni, e a un'assistenza personalizzata nella ricerca, su appuntamento.

Da parte sua, il Dipartimento giuridico collaborerà con il Consiglio regionale nell'organizzazione di eventi culturali, promuoverà tesi di laurea su temi di comune interesse, pubblicizzerà l'attività della Biblioteca Paladin sul proprio sito istituzionale e con i propri studenti.

Per vigilare sulla realizzazione di questi obiettivi sarà istituito un gruppo di studio composto dal segretario generale del Consiglio regionale, Franco Zubin, da un bibliotecario della Paladin e dal docente Giuseppe Mazzanti per l'Università di Udine. 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori