Home / Cultura / La Pordenone vista e vissuta dagli autori

La Pordenone vista e vissuta dagli autori

Un’indagine condotta a 20 anni dalla 1a edizione di Pordenonelegge racconta i legami instaurati dagli ospiti con la città sul Noncello

La Pordenone vista e vissuta dagli autori

ordenonelegge? Un importante ambasciatore della città sul Noncello in Italia e non solo. Parola d’autore. In vent’anni, nel capoluogo del Friuli occidentale in occasione del festival, di autori ne sono passati oltre 10mila. E per l’89% di loro la manifestazione ha migliorato l’immagine di Pordenone per i visitatori e ha decisamente contribuito a far conoscere la città. E’ il risultato, parziale, dell’indagine ‘I tuoi vent’anni di Pordenonelegge’ che la Fondazione Pordenoonelegge.it ha commissionato alle progettiste culturali Marina Mussapi e Margherita Bocchi per la direzione scientifica del professore della Bocconi Guido Guerzoni così da capire come il festival abbia impattato sull’immagine di Pordenone. A essere intervistati sono stati i vari stakeholder (giornalisti, pubblico, addetti), ma al momento sono stati resi noti solamente i risultati relativi ai protagonisti. All’inizio della manifestazione, la cui ventesima edizione andrà in scena dal 18 al 22 settembre, saranno svelati quelli complessivi.

Torniamo agli autori. Come accennato, l’89% degli intervistati ha affermato che il Festival ha contribuito a far conoscere la città (il 57% ha utilizzato l’avverbio ‘molto’, il 32% ‘abbastanza). Solo l’1% è di avviso contrario, mentre gli altri autori sono rimasti neutrali. E se circa la metà degli intervistati (il 55%) esprime il proprio giudizio in base a una sola esperienza, il 33% ha maturato il proprio convincimento in base a 2-4 partecipazioni, l’8% con 5-10 presenze alle spalle e il 4% con una frequentazione addirittura superiore.

Inoltre, buona parte degli autori ha maturato la propria idea non solo in veste di ospite, ma anche in quella di visitatore. Insomma, frequentando la manifestazione sia dal palco, sia girando la città e ascoltando i ‘colleghi’ dalla parte del pubblico. In particolare, il 45% degli intervistati ha vestito i doppi panni. Il 16%, poi, ha affermato che non ne ha avuto occasione, ma che è nei suoi programmi arrivare nel capoluogo come visitatore, mentre il 39% ha detto semplicemente di aver partecipato solo in qualità di ospite.

Resta da capire cos’ha lasciato Pordenonelegge agli autori. il 29% ha detto che è stato occasione per instaurare importanti legami affettivi e relazionali, il 25% che ha fatto conoscere la città, il 19% che ha migliorato la sua percezione del capoluogo, il 12% che ha permesso di sviluppare nuove progettualità e influenzato le sue scelte creative e, infine, il 12% che ha migliorato il suo network professionale nel mondo dell’editoria.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori