Home / Cultura / Pordenonelegge fa rivivere il mito di Giulietta

Pordenonelegge fa rivivere il mito di Giulietta

La Fondazione pordenonese, dal 16 al 19 ottobre a Verona, organizza Scrivere per Amore (quasi) un Festival

Pordenonelegge fa rivivere il mito di Giulietta

Al via mercoledì 16 ottobre la prima edizione di “Scrivere per Amore (quasi) un Festival”, l’evento che nasce da 23 edizioni del Premio letterario internazionale Scrivere per amore di Verona. Raccontare l’amore vissuto e quello virtuale, l’amore platonico, quello sentimentale e quello carnale, la passione, l’innamoramento e la follia amorosa nell’arco di alcuni incontri che metteranno a confronto il pubblico dei lettori con autori e poeti: questo l’obiettivo della prima edizione del Festival che esaminerà la forza e la complessità del legame amoroso nella città dell’amore, Verona.

Il Festival è ideato e promosso dal Club di Giulietta ed è organizzato dal Comune di Verona con Fondazione Pordenonelegge e con il sostegno di Crédit Agricole FriulAdria. Il Club di Giulietta da anni cura il mito shakespeariano e la tradizione epistolare delle lettere a Giulietta, motore primo per la nascita del Premio, e quindi del Festival. Finalisti di “Scrivere per amore 2019” sono Stefania Bertola, con Divino Amore (Einaudi), Anne Cathrine Bomann, con L’ora di Agathe (Iperborea) e Romolo Bugaro con Non c’è stata nessuna battaglia (Marsilio): saranno loro i protagonisti della serata di premiazione sabato 19 ottobre al Teatro Nuovo.

Un'anteprima di quella serata arriverà mercoledì 16 ottobre, alle 21 a Villa Brenzoni Bassani, a Sant’Ambrogio di Valpolicella, con “Scrivere per Amore Slam”, presentato da Roberta Cattano e moderato da Marco Ongaro. La terna dei libri finalisti sarà messa in discussione dai giurati che l’hanno scelta, in una sfida all’ultima parola tra propugnatori dell’uno o dell’altro dei tre titoli in lizza. La serata, a cura del Club delle Accanite Lettrici della Valpolicella, vedrà vincitore non il libro o l’autore, ma il giurato che avrà saputo meglio perorarne la causa. Anche il pubblico sarà invitato a partecipare tifando e votando infine l’arringa preferita.

Il Festival Scrivere per Amore vedrà protagonisti, fra gli altri, la divulgatrice e saggista Eliana Liotta, l’antropologo Marino Niola, le scrittrici Andrea Marcolongo e Michela Marzano, quest’ultima presidente di Giuria dell’edizione 2019 del Premio. Giovedì 17 ottobre, alle 17.30 i riflettori si sposteranno alla Gran Guardia (piano nobile - piazza Bra) per l’inaugurazione vera e propria del Festival, che vedrà protagonista la nota saggista e critica Leonetta Bentivoglio, autrice di E Susanna non vien. Sesso e amore in Mozart (Feltrinelli), scritto a quattro mani con Lidia Bramani. Bentivoglio, intervistata da Nicola Pasqualicchio docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo, guiderà il pubblico attraverso la grande trilogia teatrale di Mozart e Da Ponte (Le nozze di Figaro, Don Giovanni, Così fan tutte), dove l’amore è scandagliato in tutte le sue dimensioni, con una libertà e una lucidità che ancor oggi appaiono straordinarie. L’incontro è realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Culture e Civiltà dell’Università di Verona. Alle 21.30 al Cinema Kappadue sarà proposta, in collaborazione con il Circolo del Cinema la proiezione del film Gli ombrelli di Cherbourg, di Jacques Demy, vincitore nel 1964 del Grand Prix come Miglior film al Festival di Cannes. Introdurrà l’evento Alberto Scandola, docente di Storia e Critica del Cinema all’Università degli Studi di Verona. Ulteriori proiezioni sono previste alle 16.30 e alle 19 (Ingresso per Soci del Circolo del Cinema o su invito: info@circolo del cinema.it, 045.8006778).

Scrivere per amore (quasi) un Festival sull’amore per i libri e i libri sull’amore, è realizzato dal Club di Giulietta in collaborazione con il Comune di Verona, Fondazione Pordenonelegge e il sostegno di Crédit Agricole Friuladria, con il patrocinio di Regione del Veneto, Provincia di Verona, Camera di Commercio di Verona e con il sostegno di Zanolli Forni, Fondazione Cattolica, Hotel Due Torri, Società Letteraria di Verona, Università di Verona - Dipartimento Cultura e Civiltà, Circolo del Cinema di Verona, Accademia Mondiale di Poesia, Teatro Nuovo, Club delle Accanite Lettrici, Botta e Risposta, Comune Sant’Ambrogio di Valpolicella, Circolo dei Lettori di Verona, Cioccolatini GiuRo, Vini Villa Canestrari.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori