Home / Cultura / Tito Maniacco, viaggio fra parole e immagini a dieci anni dalla scomparsa

Tito Maniacco, viaggio fra parole e immagini a dieci anni dalla scomparsa

Tito Maniacco, viaggio fra parole e immagini a dieci anni dalla scomparsa

Domenica 18 ottobre, all'ex Centrale Idroelettrica di Malnisio, convegno dedicato al poeta, scrittore, saggista, storico e critico

A dieci anni dalla sua scomparsa, il 18 ottobre negli affascinanti spazi della ex Centrale Idroelettrica «Antonio Pitter» di Malnisio (Montereale Valcellina) si terrà un Convegno di studi sulla figura di Tito Maniacco, poeta, scrittore, saggista, storico, critico. Ma anche sapiente compositore delle arti visive: saranno esposte 100 opere tra collages, calcogrammi, pitture… e una serie di gigantografie dei suoi calcogrammi formato extralarge 200x300.
Maniacco ha esercitato l’arte figurativa con gli stessi criteri modernisti usati in letteratura: il collage, la citazione, la sperimentazione di un segno grafico capace di provocare nel lettore uno shock emotivo o cognitivo. Convinto della necessità di tenere desta l’attenzione dei cittadini – non ‘gente’, non ‘massa’ – ha messo in scena metodicamente e con ironia sulla stampa locale i vizi di una classe dirigente miope, incapace di assumere un ruolo trainante, e di una cultura troppo spesso timida per opportunismo e quieto vivere. Arricchiranno il percorso artistico anche una serie di ritratti fotografici di Danilo De Marco che è anche il curatore dell’evento. Per Tito Maniacco, scrive Luigi Reitani, la scrittura e la poesia, la parola sono state impegno, testimonianza etica, conoscenza, sforzo di comprensione di un mondo al tempo stesso magnifico e terribile, senza cedimenti all’estetismo o al sentimentalismo. 
PROGRAMMA DOMENICA 18 - Brevissima inaugurazione e apertura del percorso espositivo all 10,30 del mattino. Inizio interventi ore 11 (modera Danilo De Marco)  Gianpaolo Carbonetto Tito Maniacco I Senza Storia  Angelo Bertani  La scrittura per l’arte: “creare l’immagine di un Friuli non di maniera” Sergio Altieri Testimonianza di un sopravvissuto letto da Massimo Somaglino Mario Turello  Uh corvaccio: le Favole di Tito  Anna Di Gianantonio Tito Maniacco e la storia Giancarlo Pauletto Gli apologhi di Tito Sospensione dalle 13 alle 14 con rinfresco Ore 14 Lettura parziale di Fabiano Fantini del testo inedito di Luigi Reitani «La terribile bellezza del mondo» La poesia di Tito Maniacco, volume pubblicato per l’occasione dal Circolo culturale Menocchio nella collana “Il gallo forcello” Cristiano Shaurli Tito Maniacco e il partito: utopia e disincanto Angelo Floramo Insurrezioni Ore 15 circa letture sceniche di Massimo Somaglino, Aida Talliente, Fabiano Fantini (durata circa un’ora). 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori