Home / Economia / Certificazione Elite di Borsa Italiana per Icop

Certificazione Elite di Borsa Italiana per Icop

L'azienda di Basiliano ha ottenuto, prima tra le imprese di costruzioni italiane, il riconoscimento

Certificazione Elite di Borsa Italiana per Icop

Dopo un percorso di formazione di due anni, la Icop di Basiliano ha ottenuto – prima tra le imprese di costruzioni italiane - il certificato Elite di Borsa Italiana del London Stock Exchange Group, marchio distintivo per le imprese in forte crescita e che rispondono a sistemi di governance e gestione conformi alle migliori pratiche borsistiche.

Nel corso dei due anni di formazione, la società ha partecipato con successo al percorso di training manageriale, di assessment e di valutazione, organizzati dai principali esponenti della finanza nazionale e coordinati dall’Academy di Borsa Italiana e dalla SDA Bocconi, su temi fondamentali quali l’internazionalizzazione, le strategie finanziarie, la corporate governance, il reporting e il sistema di controllo di gestione, l’affinamento di piani industriali, il risk management, i processi di quotazione o la comunicazione strategica.

Elite è il programma internazionale, nato in Borsa Italiana nel 2012, che seleziona le aziende più ambiziose, dotate di un modello di business solido e di una chiara strategia di crescita. Offre alle imprese un percorso innovativo, che coinvolge imprenditori ed esperti con l’obiettivo di preparare le aziende ad affrontare i cambiamenti culturali ed organizzativi che stanno alla base di tutti i processi di innovazione e sviluppo imprenditoriale.

Secondo Piero Petrucco, Ad della società: “Questo nuovo traguardo collettivo ci rende particolarmente orgogliosi. Certifica che la crescita deve essere un mezzo e non solo un fine e lo sviluppo dimensionale deve andare di passo con il progresso culturale della nostra impresa. La Icop, pur già tecnologicamente avanzata nel suo settore, in questi anni ha spinto molto negli investimenti in ricerca e sviluppo e innovazione come fulcro per il proprio sviluppo. Anche in questo caso, è stato molto arricchente il confronto con tecniche e capacità diverse, afferenti in particolare al mondo dei mercati finanziari. A nome della comunità che rappresento, esprimo soddisfazione per la fine di questo percorso e l’inizio di questa nuova relazione, nella speranza che ci permetterà di farci accompagnare ancora in una crescita decisa, ma equilibrata, che ci consenta di non snaturare la nostra anima”.

La famiglia Petrucco opera da oltre un secolo nel settore dei lavori di ingegneria, con una particolare attenzione per le attività ad alto contenuto tecnologico. Fin dalle origini, il Gruppo si è focalizzato su comparti edili specifici, consolidando nel tempo un know-how riconosciuto sia nel mercato domestico, sia all’estero, nell'ingegneria del sottosuolo. All’inizio degli anni ’90, il Gruppo ha introdotto in Italia la tecnologia del microtunnel, in particolare nella realizzazione degli attraversamenti speciali per oleodotti e gasdotti, mantenendo fino ad oggi una posizione di leadership a livello nazionale e una presenza forte nel mercato internazionale.

La società friulana è oggi tra le principali società europee di microtunnelling e il secondo gruppo italiano nel settore delle fondazioni, con attività anche nelle infrastrutture portuarie (155 milioni di fatturato e circa 400 addetti a fine 2019).

Attualmente il Gruppo è attivo nell'ampliamento e nello sviluppo del Porto di Trieste, e il tasso medio di crescita annuo composto (CAGR) nell’ultimo quadriennio risulta superiore al 20%.

Proprio a fine anno, in data 28 dicembre 2020 i soci della Icop hanno unanimemente deliberato l’aumento di capitale sociale da 11 a 25 milioni di euro. Questa decisione, finalizzata a sostenere la Società ed il Gruppo icop nel piano di crescita programmato per i prossimi esercizi, vuole essere un segno tangibile dell’impegno dei Soci e delle aspettative del management e dei collaboratori nella crescita delle attività aziendali per il futuro, segno che risulta ancor più importante in una fase così complessa ed incerta quale quella che caratterizza l’attuale contesto economico generale.
La Società ha intrapreso il programma Elite di Borsa Italiana dal 2018. Tra gli ultimi riconoscimenti è stata premiata da Global Strategy (Agenzia di Consulenza strategica e finanziaria) durante l’undicesima edizione dell’Osservatorio PMI, è risultata finalista del Best Performance Award 2019 (premio indetto dall’Università L. Bocconi e JP Morgan) e nel 2018 il Dott. Paolo Copetti è stato premiato tra i tre finalisti per le società non quotate per il CFO Award di ANDAF e Accuracy in collaborazione con Borsa Italiana.

Un’attenzione particolare inoltre è quella rivolta al mondo sociale, sia all’interno, sia all’esterno del perimetro aziendale, un esempio del ruolo che un’impresa può e deve assumere nel proprio contesto, testimoniata da numerose azioni concrete e dalla recente formale trasformazione in Società Benefit.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori