Home / Economia / Infrastrutture, educazione e tecnologia

Infrastrutture, educazione e tecnologia

Sono questi, per Galateri di Genola, i settori sui quali investire con il Recovery Fund

Infrastrutture, educazione e tecnologia

Il Recovery Fund? Andrebbe investito su infrastrutture, educazione, innovazione e tecnologia. Sono questi i settori cardine per lo sviluppo secondo il presidente di Generali, Gabriele Galateri di Genola, sui quali l’Italia dovrebbe puntare nella stesura del Recovery Plan. “Come giustamente dice Mario Draghi, dobbiamo formare i giovani che in futuro dovranno creare quelle risorse, quel valore che servirà per ripagare i debiti che stiamo facendo per tenere in piedi il Paese", ha detto Galateri di Genola, a margine della presentazione del calendario della Barcolana 2020, di cui Generali è main sponsor.
"E' un momento difficile - ha quindi aggiunto - ma aver avuto un supporto è un grandissimo segnale di speranza. Se l’Ue ne uscirà più forte e solidale, questa crisi sarà stata un passaggio dolorosissimo, ma anche il modo per far diventare l'Europa quella che tutti sogniamo".

L’emergenza Covid-19 ha anche favorito la digitalizzazione, costringendo ad anticipare i tempi di un processo inevitabile, ha sottolineato ancora Galateri di Genola, rimarcando come Generali abbia dimostrato di essere preparata “ad affrontare qualunque rischio. Nell'arco di un paio di settimane il 90 per cento dei circa 70mila dipendenti era in smart working e lavorava da casa continuando a fornire prodotti e servizi".

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori