Home / Gnam gnam style di Rossano Cattivello / Da oggi attenti a ordinare un "tai di blanc"

Da oggi attenti a ordinare un "tai di blanc"

Ecco cosa rischiate ed ecco di chi è la colpa

Da oggi attenti a ordinare un

Se, come tutti voi abitualmente fate, ordinerete al bancone dell’osteria un “tai di blanc” e, anziché il solito calice di Tocai, vi verseranno un generoso boccale di latte, la colpa sarà dell’uomo ritratto in fotografia. È lui, infatti, il creativo che ha battezzato con il nome ‘Blanc’ il nuovo latte fresco prodotto dal Consorzio Agrario del Friuli Venezia Giulia. Lui è Sandro Comini (nella foto), anima dell’agenzia udinese Unidea, già ideatore di originali campagne pubblicitarie, con una vita parallela da cantautore (nel trio Frizzi-Comini-Tonazzi).

Già i friulani devono sopportare l’offensivo equivoco quando espatriano a Trieste e, ordinando un ‘nero’ al bar, gli servono una tazzina di caffè espresso. Il rischio è ora che anche entro i confini friulani la serenità nell’ordinare un tai venga seriamente minacciata.

Articoli correlati
0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori