Home / Gusto / A Gorizia c'è Gusti di Natale

A Gorizia c'è Gusti di Natale

Quattro giorni di stand, animazione e spettacolo nel cuore della città

A Gorizia c'è Gusti di Natale

Quattro giorni interamente dedicati alle specialità enogastronomiche, alle strenne golose da piazzare sotto l’albero, alle tradizioni culinarie più tipiche. Da venerdì 20 dicembre al giorno della Vigilia, Gorizia mette in tavola il Natale, con Gusti di Natale, cartellone che radunerà tutte le iniziative del weekend lungo che porta alla festività più attesa dell’anno. Tantissime le proposte, che si svilupperanno in tre poli d’attrazione: il primo, abbraccerà piazza Vittoria, via Oberdan e via Rastello; il secondo allieterà lo shopping di chi si affaccerà in corso Verdi; l’ultimo, infine, animerà l’area dei Giardini pubblici. Non mancherà una speciale iniziativa che, all’insegna del bere bene a chilometri zero, coinvolgerà bar e locali dei due corsi.

PIAZZA VITTORIA – Sarà ancora il tendone allestito dall’associazione Insieme per piazza Vittoria ad animare uno dei principali spazi di ritrovo del capoluogo isontino. La tensostruttura, che si estende su una superficie di cento metri quadri e che può ospitare un’ottantina di posti a sedere, proporrà fino a Capodanno i manicaretti a base di pesce proposti dalla cooperativa pescatori di Monfalcone e Trieste, ma anche le succulenti carni argentine e la cucina tipica del territorio, con piatti caldi che saranno pre-parati sul posto da abili cuochi. Piazza Vittoria, sotto l’albero di Natale più alto mai posizionato a Gorizia, proporrà anche specialità carniche e ungheresi, dolciumi, frittelle e crepes, offerte dalle suggestive casette posizionate nei pressi della Prefettura.

A pochi metri di distanza, doppia imperdibile (e ormai rodata) attrazione: casa Mischou proporrà piatti tipici della tradizione goriziana, in un clima da osmiza che richiama piacevolmente le atmosfere rese note in tutta Italia dal film Zoran, il mio nipote scemo. A pochi metri di distanza, all’angolo con la Cocevia, l’Osservatorio del Re di Medea ripropone “Sua maestà il maiale”, con salsicce, salami, fegatini proposti in pietanze di assoluto pregio. Il tutto, naturalmente, innaffiato dal meglio della produzione vitivinicola locale. Rimanendo dalle parti di Sant’Ignazio, in via Oberdan sarà proposto il mercatino italiano, che tanto successo ha incamerato nelle ultime edizioni di Gusti di Frontiera: dagli arancini di riso ai torroni siciliani, passando per le specialità umbre, sarde e toscane, tra piazza Vittorie e la posta centrale sarà possibile assaggiare il meglio di prodotti tradizionali italiani.

GIARDINI E CORSO VERDI – Il Giardino dei sapori, proposto dall’associazione Bazar Mediterraneo in collaborazione con altre realtà private: per tutta la durata della manifestazione saranno attive le cucine che sforneranno i migliori piatti dell’Argentina, dell’Austria, della Germania e dei Paesi del Nordafrica, nonché specialità italiane provenienti da Sardegna, Toscana, Umbria, Sicilia ed Emilia Romagna. Ma non solo: stand e casette saranno attive lungo tutto corso Verdi e via Garibaldi, mentre l’ex negozio Larise – dopo il successo della Mostra Assaggio Vini – proporrà il top dei vini di San Floriano del Collio uniti a cioccolate, caffè e tante idee regalo da mettere sotto l’albero.

EVENTI E INIZIATIVE – Fino a Natale, i ristoranti del centro città proporranno speciali menù a base di Rosa di Gorizia, lo specialissimo radicchio che si coltiva dalle parti di Montesanto e che proprio in queste settimane vive il top della produzione. Una dozzina di bar di corso Italia e Verdi, poi, propongono Collio in Corso: ogni locale offrirà degustazioni speciali di una o più aziende agricole del Collio, abbinati a stuzzichini imperdibili.

"E’ un’iniziativa particolare, che sottolinea la nostra volontà di riproporre Gorizia come capitale del vino e del turismo enologico, ruolo al quale aveva negli ultimi anni abdicato", ha commentato il sindaco Ettore Romoli. Immancabili le iniziative destinate ai più piccoli: sabato dalle 15 ci sarà spazio per la Baby dance, con i bimbi coinvolti in scatenati balli con animatori e ballerini professionisti; un’ora più tardi, alle 16, il Babbo Natale dell’Advsg Remo Uria Mulloni regalerà dolcetti e caramelle ai bambini. Già dalla mattinata, sull’onda del successo ottenuto domenica scorsa in piazza Vittoria, torneranno in corso Verdi le esibizioni del gruppo di danza Nia. Domenica pomeriggio, Minnie e Topolino, assieme a Babbo Natale, regaleranno un palloncino a ogni bambino. Immancabili poi gli assaggi di vin brulé e panettone.

Anche l’associazione InCorso, che raduna i commercianti di corso Italia e corso Verdi propongono una vasta gamma di iniziative, partite nelle scorse settimane con l’invio di 50mila cartoline promozionali alle famiglie goriziane e slovene. Vetrine protagoniste nella settimana che conduce a Natale: sabato si svolgerà la premiazione della vetrina più bella, scelta da una giuria composta da allievi del Liceo artistico Max Fabiani. Che, peraltro, hanno abbellito un paio di negozi (ex Larise e corso Verdi 107) con le proprie creazioni.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori