Home / Gusto / A Pordenone master class dello chef Vissani

A Pordenone master class dello chef Vissani

Innovazione e tradizione, territorio e integrazione: ecco i temi al centro dell’ultima giornata di Cucinare 2020

A Pordenone master class dello chef Vissani

Ultima giornata di apertura per l’ottava edizione di Cucinare, che in questi giorni sta catturando le attenzioni di un pubblico molto partecipe (e sempre più di provenienza anche extraregionale) con le sue diverse proposte di intrattenimento e i percorsi espositivi presenti. Dopo un week end affollatissimo, con tanti visitatori del settore professionale e grande pubblico, la manifestazione si prepara a chiudere in bellezza lunedì 17 febbraio. Ultimo giorno, ma non meno ricco di eventi e sorprese.

La giornata inizierà con Chiara Canzoneri in un appuntamento presso l’arena Eni gas e luce (ore 10.00), dedicato alla colazione e alla sua evoluzione in brunch. Sempre nell’arena, si passerà poi al pane, in un workshop con degustazione focalizzato sul concetto del pane coraggioso: un pane che rinuncia alla facilità di lavorazione delle farine moderne e mette in primo piano la grande qualità e la sostenibilità delle materie prime. L’incontro, a cura della rivista TOP – Taste of Passion, si terrà alle 11.30 e sarà presentato da Mariella Trimboli e Gianna Buongiorno.

Alle 13.00 arrivano le tradizioni culinarie da non dimenticare: direttamente dalla Trattoria Vigna di Castelnovo del Friuli, Mady preparerà in diretta il “Toc’ in braide” detto anche “Intingolo del podere” e proseguirà con il suo gnocco ripieno di formaggio salato con pere, noci e miele che potrà essere degustato in abbinamento ad un vino selezionato. L’evento è a cura di Foodetica, presenta Gianna Buongiorno.

L’arena Eni gas e luce ospiterà poi lo show cooking del Ristorante Casa Vittoria (ore 14.30) che all’interno del suo staff occupa persone con sindrome di Down. Lo chef ed il suo staff portano in tavola i frutti delle grandi serre di Casa Vittoria e le carni di produttori locali, realizzando un piatto della tradizione veneta: risotto al radicchio rosso di TV igp, salsiccia di malga e Raboso del Piave.

A seguire (ore 16.00), lo Chef Andrea Canton “La Primula” (San Quirino) e Marco Talamini “La Torre” (Spilimbergo), si esibiranno in uno show cooking a 4 mani sul tema “Trota delle risorgive FVG nelle varie declinazioni”.

Alle 17.30, il celebre Gastronauta Davide Paolini consegnerà il premio agli espositori, dal titolo “La tradizione è un’innovazione riuscita”, premiando i migliori prodotti esposti in fiera che rientranti in una delle categorie individuate (utilizzo innovativo degli ingredienti, reinterpretazione di un prodotto esistente, miglior packaging).

La giornata nell’arena Eni gas e luce si chiuderà con Gianfranco Vissani, protagonista di una master class dal titolo “Vissani 2.0” durante la quale il grande chef illustrerà i vari passaggi di due sue ricette. Attesissimo dal pubblico, lo chef si intratterrà con i visitatori presenti rispondendo anche a domande e curiosità sui temi del settore ristorazione.

La Sala BCC Pordenonese e Monsile aprirà il lunedì con un appuntamento dedicato al Franciacorta e uno show cooking di Carlo Nappo (Il Podere dell’Angelo – Pasiano di Pordenone), a cura di FISAR. Alle 12.30 protagonista sarà la birra, utilizzata come ingrediente speciale nel risotto: il Birrificio artigianale B2O proporrà, infatti, un risotto mantecato con formaggio di malga marinato nei lieviti.

Non mancheranno i formaggi, con una presentazione e degustazione delle produzioni della Latteria Pradis di Sopra alle 14, a cura di Unione Artigiani Pordenone-Confartigianato Imprese. Alle 17, la Sala BCC Pordenonese e Monsile diventerà un allegro laboratorio per bambini: Elisa Perillo, kids food blogger di Peri & the kitchen, aspetta tutti i bambini per preparare insieme a loro una merenda golosa ma genuina in un vero e proprio laboratorio di cucina dedicato ai più piccoli.

La Sala Cucinare sarà teatro di una competizione show con il 1° Trofeo Alberto Modolo: una sfida tra studenti delle scuole alberghiere del Fvg, organizzato dalla “Federazione Italiana Cuochi", dalle 9.30 alle 14. A seguire (ore 15), una storia di riscatto: Ciccibonbon tra biscotti e mercati, l’appuntamento che vedrà al centro il racconto di un riscatto personale dopo la perdita del lavoro. Con Cinzia Ciot, a cura di Ufficio Formazione e Crea Impresa - Concentro - Azienda Speciale della Cciaa e Ufficio Promozione e Marketing – Unione Artigiani Pordenone-Confartigianato Imprese.

“Da consumatore a consumat-attore, e se a giudicare il piatto fossi tu?” è il titolo dell’evento dedicato alle tecniche di analisi sensoriale quali strumenti fondamentali del critico enogastronomico e del “cliente misterioso” (ore 16.30). Presentazione di Pietro Aloisio, pannel leader di analisi sensoriale, con la testimonianza di un “cliente misterioso”. Nell’incontro-degustazione saranno proposti diversi formaggi.

Chiude la giornata, alle 18, Chiara Andreola con una degustazione guidata di birre dal titolo: "Largo alla fantasia: reinterpetazioni di stile, spezie e aromatizzazioni”.

Anche lunedì, sarà possibile testare i prodotti presso lo stand di COOP Alleanza 3.0 e saranno attivi i laboratori per bambini nella medesima area. In primo piano, anche gli eventi delle pro loco locali, presso lo stand di Promoturismo Friuli Venezia Giulia, realizzato in collaborazione con il Comitato Regionale Pro Loco FVG e la Strada dei Vini e Sapori Friuli Venezia Giulia. Gli appuntamenti in programma durante la giornata continueranno a farci scoprire le specialità locali come gli gnocchi, quelli di acqua e farina con formaggio delle Valli e quelli con patate di Ovoledo e sugo d'anatra, ma anche le crespelle della tradizione a base di zucca.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori