Home / Gusto / A Scarello il Falcetto d'Oro

A Scarello il Falcetto d'Oro

Riconoscimento per lo chef stellato in occasione della festa del Ringraziamento della Coldiretti

A Scarello il Falcetto d'Oro

Evento d’eccezione si è confermato anche nell’edizione 2015 la festa del ringraziamento della Coldiretti di Dolegna del Collio in occasione di S. Martino, ricorrenza che chiude l’annata agraria. E’ ormai tradizione che in tale circostanza, l’11 novembre, sotto l’egida della Banca Popolare di Cividale, la Coldiretti locale conferisca il premio ‘Falcetto d’oro’ e il Comune collinare il premio ‘Foglia d’oro’ a illustri personalità che hanno promosso l’agricoltura e la viticoltura e, in generale, la cultura rurale in regione, in Italia e nel mondo. Lo chef ‘bistellato’ titolare del ristorante “Agli Amici” di Godia Emanuele Scarello (nella foto), assoluto protagonista di una ricerca gastronomica che non dimentica mai di utilizzare i sapori della tradizione e del territorio, ha ricevuto il ‘Falcetto d’oro’, mentre la ‘Foglia d’oro’ è andata al comprensorio transfrontaliero Collio-Brda in corsa per il riconoscimento Unesco. Il comune di Dolegna, con il suo sindaco Diego Bernardis, si è fortemente attivato per raggiungere l’ambizioso traguardo coinvolgendo i primi cittadini di questo splendido territorio di qua e di là del confine nonché i rappresentanti dei ministeri per i beni culturali italiano e sloveno presenti alla premiazione.

Nell’occasione la sezione Coldiretti guidata da Sandra Turco ha presentato un bilancio dell’annata agraria appena trascora, sottolineando maggiormente gli aspetti positivi della stagionalità senza però tralasciare le principali problematiche in cui si dibatte il settore primario. Da parte sua, Sergio Paroni, per la Banca Popolare di Cividale, istituto leader nel credito agrario in Friuli Venezia Giulia, ha annunciato la recentissima firma della nuova convenzione con la Regione circa il nuovo regolamento riguardante i finanziamenti agevolati alla filiera agroindustriale che applicano il tasso zero e adottano una durata massima di 15 anni. Inoltre, ha poi comunicato che la Popolare ha erogato nel corso del 2015 finaziamenti al comparto agricolo – ordinari e agevolati – per 17 milioni di euro, mentre ha stanziato un plafond straordinario di 5 milioni destinato alle aziende colpite in modo grave dalla siccità estiva.  

La manifestazione di premiazione è stata preceduta, presso la sede della cooperativa agricola, dalla celebrazione eucarsistica presieduta dall’arcivescovo emerito di Gorizia Mons. Dino De Antoni che ha pure impartito la tradizionale benedizione ai mezzi agricoli sistemati nel parcheggio esterno. Successivamente l’enologo-giornalista Claudio Fabbro, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni pubbliche locali e regionali, tra cui il presidente del Consiglio regionale Franco Iacop, l’assessore regionale all’Agricoltura Cristiano Shaurli, e di rappresentanti di varie istituzioni italiane e slovene, ha condotto con la riconosciuta maestria la cerimionia di premiazione svelando i nominativi dei destinatari dei due ambìti riconoscimenti soddisfando così l’attesa dei molti convenuti alla festa del ringraziamento.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori