Home / Gusto / Crepes e yogurt per superare le differenze

Crepes e yogurt per superare le differenze

Nel cuore di Pordenone apre Baobab, un nuovo locale gestito da una coop di disabili

Crepes e yogurt per superare le differenze

La crisi? Sfidiamola con dolcezza: è quanto si propongono di fare, Luca Modolo e Francesca Vit, rispettivamente presidente e vice presidente della Baobab cooperativa sociale Onlus, ideatori de “Il Baobab della dolcezza”, progetto che si concretizzerà sabato 21 dicembre con l'inaugurazione di un nuovo punto vendita di creperia–yogurteria in franchising, con il marchio Dessart, nel cuore di Pordenone, in corso Garibaldi. È un progetto che vede la luce con il sostegno della provincia di Pordenone, cofinanziatrice dell'iniziativa attraverso i fondi del Fondo provinciale disabili: il nuovo esercizio commerciale, infatti, inserirà tre lavoratori disabili iscritti al collocamento mirato ai sensi della legge 68/99 e scelti fra un lotto di candidati individuati dal Collocamento mirato disabili della Provincia.

Le tre persone, due a tempo indeterminato e una a tempo determinato, verranno affiancate e formate al fine di essere impiegate nel lavoro di cura e pulizia del locale, preparazione dei prodotti da vendere e vendita dei prodotti al pubblico.

“E' motivo di grande soddisfazione per la provincia di Pordenone – spiega il presidente Alessandro Ciriani (nella foto assieme ai rappresentanti della coop) – in un momento che vede quotidianamente cessare l'attività di aziende ed esercizi commerciali, contribuire alla nascita di una nuova impresa giovanile che potrà rivitalizzare il centro urbano, dare l'opportunità di garantirsi un reddito a dei giovani ma anche dare una risposta a chi, più di altri, è in condizione di difficoltà avendo una disabilità”.

La Provincia finanzierà l'iniziativa con 100mila euro, fondi vincolati allo sviluppo di attività legate al mondo della disabilità, ha precisato Ciriani, scansando ogni equivoco.

“Il costo complessivo del progetto è di 250mila euro – precisa Ciriani – la Provincia ne finanzierà una parte ma, se non verranno rispettati gli standard stabiliti dalle linee guida regionali, recepiti anche dalla nostra provincia, ovviamente l'incentivo dovrà essere restituito”.

Un'iniziativa che unisce un bel esempio di imprenditoria giovanile all'inserimento di lavoratori disabili, sposando un marchio, Dessert, consolidato da anni sul territorio nazionale. Fra le novità proposte, la “frozen crêpe”, dolce ancora non prodotto da nessuno nella realtà pordenonese, cui si affiancheranno crêpes dolci e salate, yogurt e yogurt gelato, il tutto guarnito con prodotti di gran qualità e frutta fresca. La preparazione delle crêpes e dello yogurt è molto coreografica e bella da vedere, tanto da catturare l’attenzione del cliente che, nei momenti di grande affluenza di persone, rimane incantato a guardare senza spazientirsi per l’attesa.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori