Home / Gusto / Il gallo è ora sulla Via dei Sapori

Il gallo è ora sulla Via dei Sapori

Nuovo ingresso nel club dei migliori ristoranti della regione

Il gallo è ora sulla Via dei Sapori

New entry in ‘Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori’: Al Gallo di Pordenone è stato infatti cooptato dagli associati e ora fa parte del gruppo dei ‘Magnifici Venti’ ristoranti portabandiera del livello di assoluta eccellenza della gastronomia del Friuli Venezia Giulia.

Locale storico di Pordenone, la sua apertura risale infatti al 1850, quando era la prima osteria che s’incontrava superato il ponte sul Nocello ed entrando in città, nel  2009 è stato riaperto dopo un’attenta ristrutturazione dallo chef Andrea Spina e da sua moglie Diletta Pitton, che in breve tempo ne hanno fatto uno dei punti di riferimento della ristorazione cittadina.

Cucina di pesce è quella proposta da Andrea, affinata dall’intensa esperienza fatta a Grado. Nei suoi piatti si mescolano con garbo e buon gusto il pesce dell’Alto Adriatico e i prodotti della Pedemontana pordenonese, in un sapiente gioco di colori, profumi e sapori.

“Costruisco il piatto – racconta Spina - cercando di esaltare l’ingrediente di base, il pesce, e manipolandolo il meno possibile: attorno a lui definisco la ricetta”.

Interessante la cantina, fra cui spiccano le grandi etichette del Friuli Venezia Giulia e un’accurata selezione di produttori di  fuori regione.

In pieno centro, fra il Duomo e il Municipio, il ristorante occupa il piano terra di un’antica casa, al cui piano superiore si trova lo studio che fu di Giovanni Antonio de Sacchis, noto come il Pordenone, uno dei massimi artisti della città, vissuto tra il 1484 e il 1539. Dato che l’edificio è orientato verso il sorgere del sole, si racconta che il suo nome fu scelto proprio come rimando al canto del  gallo all’alba.

Due le sale ben curate con una cinquantina di coperti, con la bella stagione offre agli ospiti la piacevole possibilità di mangiare nel curato e ‘segreto’ giardino estivo, che si apre sotto l’abside del Duomo.  

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori