Home / Gusto / In Val Resia al via il raccolto dell'aglio

In Val Resia al via il raccolto dell'aglio

Tutti posono essere protagonisti all'azienda agricola Fassal

In Val Resia al via il raccolto dell'aglio

Per il quarto anno consecutivo, l’azienda agricola Fassal di Oseacco di Resia, sabato 12 e domenica 13 luglio aprirà le porte ai visitatori e alle famiglie che vogliono condividere il piacere della raccolta dell’aglio e trascorrere insieme una giornata a contatto con la natura, scoprendo le bellezze della Val Resia. Il piacere che arriva dalle cose semplici è impagabile: si comprendono il rispetto dei tempi, il lavoro del suolo che rende i frutti della fatica, si apprezzano lo stare in compagnia condividendo con gli amici passione e sforzi. Da qui l’idea di organizzare la raccolta dell’aglio di Resia, un evento alla portata di tutti, per grandi e bambini, per valorizzare un prodotto che vanta il prezioso presidio Slow Food.

L’accoglienza in azienda inizierà, sabato 12 e domenica 13 luglio, dalle 8.30 in località Croce Rossa strada per Stolvizza. Si raggiungeranno, poi, i campi a piedi attraverso un sentiero in salita nel bosco di circa 15 minuti, dove il personale dell'azienda illustrerà qualità e tecniche di coltivazione dell’aglio e sarà possibile raccoglierlo direttamente e poi acquistarlo.

Prodotto agricolo tradizionale della Val Resia, viene coltivato rispettando i saperi del passato, con tecniche tradizionali naturali per mantenere la preziosa e originale qualità. L'aglio di Resia, strok per i resiani, è una qualità dolce, priva dell'aroma acre delle varietà comuni. Le coltivazioni sono naturali, in piccoli appezzamenti, ha striature rossastre e si distingue dalle altre varietà per lo straordinario profilo aromatico, persistente ma non aggressivo e per l'alta digeribilità.

Durante le giornate di sabato 12 e domenica 13 luglio, si potranno anche degustare tutti i prodotti dell’azienda agricola Fassal, accompagnati dai vini della Cantina Favite e dalla birra artigianale 100% naturale Fassal. Le birre sono realizzate seguendo metodi artigianali, usando materie prime selezionate e prodotte a bassa fermentazione senza filtrazione nè pastorizzazione e rifermentate in bottiglia. Dall'aglio poi la valorizzazione dei suoi derivati, come i fiori d'aglio di Resia (lo scapo fiorale della pianta) e il battuto di fiori d'aglio sott'olio, squisite innovazioni dell'antico aglio di Resia. Per conoscere tutte queste prelibatezze, domenica 13 luglio a partire dalle 11, degustazioni guidate con il tecnologo alimentare Giovanni Munisso e test sensoriali per conoscere e imparare ad annusare l’aglio di Resia, scoprendone affinità e differenze con gli altri tipi di aglio.

Chi lo desidera, durante le due giornate, ci si potrà intrattenere per un pic-nic nei prati dell'area di accoglienza dell’azienda, con la possibilità di pranzare con prodotti tipici del territorio e naturalmente i prodotti derivati dall’aglio.

In caso di maltempo, la raccolta sarà rimandata alla settimana successiva, il 19 e 20 luglio. Per informazioni: www.fassal.it, info@fassal.it, tel. 340 3656334.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori