Home / Gusto / Made in Italy Agroalimentare a Dolegna del Collio

Made in Italy Agroalimentare a Dolegna del Collio

Sarà la cantina Jermann ad accogliere il primo evento dedicato all'economia del gusto organizzato dai Commercialisti delle Tre Venezie

Made in Italy Agroalimentare a Dolegna del Collio

Quali sono le dinamiche del sistema agroalimentare italiano e triveneto? Quali sono le azioni coerenti da intraprendere per favorirne lo sviluppo sostenibile? Queste domande saranno il filo conduttore della 1ª Giornata del Triveneto organizzata dall’Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie (ADCEC Tre Venezie), dal titolo “MIA – Made in Italy Agroalimentare 2020”.

L’appuntamento è in programma venerdì 25 settembre a partire dalle 10 in diretta streaming dalla Cantina Jermann di Dolegna del Collio. Nel rispetto delle regole per prevenire la diffusione del virus Covid-19, per la prima volta la 1ª Giornata del Triveneto vedrà così riunirsi virtualmente 500 commercialisti da tutto il Triveneto per dare il via alla stagione formativa dell’ADCEC Tre Venezie che quest’anno prevede l’alternanza tra appuntamenti in presenza e incontri in videoconferenza.

Per la prima volta sarà aperta al pubblico e gli interessati potranno partecipare iscrivendosi al seguente link

Nel corso della Giornata sarà presentata l’analisi sulle aziende più performanti nel settore agroalimentare di Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, stilata secondo l’Indice Sintetico di Performance (I.S.P.), che rappresenta una misura sintetica delle performance delle imprese ed è finalizzato ad individuare le società di capitali con le migliori condizioni patrimoniali, finanziarie e reddituali nell’arco degli ultimi 5 esercizi. Un progetto sostenuto dall’Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie e realizzato dall'ODCEC di Treviso in collaborazione con il Dipartimento di Economia dell'Università Ca' Foscari di Venezia.

Sarà perciò una Giornata interamente dedicata alla filiera dell’agroalimentare che include imprese attive nel packaging, nella chimica e farmaceutica, nella mobilità e logistica, nella metalmeccanica, senza dimenticare le attività legate al turismo e alla cultura del territorio. La filiera agroalimentare è infatti motore di sviluppo dell’economia del nostro Paese: secondo un’elaborazione dei dati Crif-Nomisma in Italia appartengono alla filiera agroalimentare 1.286.132 imprese di cui il 40,7% produce materie prime; il 5,4% si occupa della trasformazione; il 26,9% della distribuzione e il 24% dei servizi. Dando uno sguardo agli addetti della filiera agroalimentare, si scopre che l'85% è concentrato in 9 regioni: Lombardia (23,6%), Emilia- Romagna (13,7%), Veneto (12,2%), Lazio (7,6%), Piemonte (6,9%), Toscana (5,9%), Campania (5,7%), Puglia (4,8%) e Sicilia (4,4%).

La Giornata, che sarà moderata dalla giornalista Fernanda Roggero, si aprirà con alcuni approfondimenti sulla cultura del cibo, le trasformazioni e le innovazioni del settore agroalimentare attraverso gli interventi di Massimo Montanari, Professore di Storia Medievale presso la Scuola di Lettere e Beni Culturali dell’Università di Bologna e di Vladi Finotto e Christine Mauracher, rispettivamente Direttore e Docente del Master Cultura, Cibo e Vino dell’Università Cà Foscari di Venezia. Saranno inoltre presentate due case history di successo del settore agroalimentare: il Crowdfunding di Orapesce, attraverso la voce di Giacomo Bedetti, fondatore di Orapesce, e la piattaforma di food delivery Foodracers, attraverso la voce del suo fondatore Andrea Carturan.

La seconda parte dell’incontro sarà invece dedicata all’analisi delle performance economiche del settore agroalimentare e si aprirà con la presentazione dell’analisi delle aziende dell’agrifood più performanti a cura di Mario Volpe, Professore del dipartimento di Economia dell’Università Cà Foscari di Venezia, e con l’intervento di Moreno Mancin, Professore del dipartimento di Management dell’Università Cà Foscari di Venezia, incentrato sull’interpretazione dei dati contabili delle aziende dell’agrifood. Seguiranno le relazioni di Mauro Rosati, Direttore Generale Qualivita e Origin, sull’importanza della qualità nell’agroalimentare italiano tra DOP e IGP e di Sara Roversi, Founder di the Future Food Network - Future Food Institute, sulle innovazioni per produrre cibo in modo sostenibile.

La Giornata si chiuderà con una tavola rotonda incentrata sul ruolo delle produzioni agroalimentari come motore di sviluppo del territorio, anche in chiave turistica, nel quale si confronteranno il padrone di casa Silvio Jermann, Elda Felluga, Presidente del Movimento Turismo Vino Friuli Venezia Giulia e Walter Filiputti, Presidente del Consorzio Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori.

“Nonostante la particolare situazione che stiamo vivendo, anche quest’anno abbiamo fortemente voluto confermare il tradizionale appuntamento con la Prima Giornata del Triveneto, che rappresenta l'apertura della stagione formativa dell'Associazione – spiega Fabio Marchetto, Presidente dell’Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie – L’abbiamo però pensata in una formula completamente nuova attraverso una diretta web, aprendo l’incontro non solo ai colleghi del Triveneto, ma per la prima volta anche al pubblico. Come ormai è consuetudine, abbiamo scelto di mettere al centro della Giornata un tema trasversale e di attualità come il settore agroalimentare, proponendo una riflessione a tutto tondo che spazia dagli aspetti economici e dalle performance del settore, al ruolo dell’innovazione e del digitale nell’agribusiness, fino a offrire una panoramica sulla cultura del cibo come simbolo identitario e sul settore come motore anche turistico di sviluppo di un territorio. Attraverso un dialogo tra esponenti di spicco del mondo accademico, economico e imprenditoriale ed esperti dell’agrifood vogliamo perciò dare l’opportunità a quanti ci seguiranno di intraprendere un viaggio alla scoperta dell’economia dell’agroalimentare, tra cultura e innovazione, che rappresenta un valore capace di generare altro valore per lo sviluppo economico, sociale e anche professionale del nostro Paese e del nostro territorio".

La Prima Giornata è organizzata con il fondamentale sostegno di Datev Koinos, Gruppo Seac, OPEN Dot Com, OPLON Dot Com, Sistemi, Veda e Visura.

Tutte le informazioni su www.commercialistideltriveneto.org

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori