Home / Gusto / Si inaugura una nuova 'via' nelle Dolomiti Friulane

Si inaugura una nuova 'via' nelle Dolomiti Friulane

E' quella dei Saperi e dei Sapori, con numerose iniziative nei prossimi mesi

Si inaugura una nuova 'via' nelle Dolomiti Friulane

Mancano soltanto pochi giorni alla partenza della “Via dei Saperi e dei Sapori delle Dolomiti Friulane”, iniziativa di marketing territoriale promossa dalla Comunità Montana del Friuli Occidentale e Gal Montagna Leader pensata con obiettivo di restituire il giusto valore a quelle piccole realtà particolarmente attive sul territorio e che stanno svolgendo un ruolo insostituibile di sostegno e rilancio dell’agricoltura sostenibile, della preservazione delle tradizioni storico culturali e di quell’ambiente unico e insostituibile che caratterizza il comprensorio delle Dolomiti Friulane.

Il taglio del nastro è previsto nella giornata di venerdì 14 novembre alle 11, quando, presso la sala convegni della Comunità Montana a Maniago, il Commissario della Comunità Montana  Andrea Carli, il presidente e il direttore di Gal Montagna Leader, Franco Protti e Giuseppe Damiani, consegneranno a tutte le 54 aziende aderenti all’iniziativa la targa che le identifica quali facenti parte della “strada” e che verrà apposta all’ingresso di ogni struttura.
Le prime due iniziative della “Via dei Saperi e dei Sapori delle Dolomiti Friulane” saranno Giroazienda, 4 eventi da novembre a febbraio, e Biciassaggiando, in programma nella prossima primavera.

Cambia il mezzo di trasporto, auto nel primo caso, bicicletta nel secondo, ma l’obiettivo rimane lo stesso: portare il pubblico a scoprire piccole aziende, spesso isolate, e prodotti  di nicchia tipici del territorio, come la pitina, il formai tal cit o la cipolla rossa di Cavasso Nuovo.

Si parte dunque sabato 22 e domenica 23 novembre, con il primo degli appuntamenti di Giroazienda: “Per Orti e Valli”. Due giorni durante i quali otto aziende agricole saranno aperte per accogliere il pubblico, che avrà la possibilità di assaggiare i prodotti, visitare orti, frutteti e laboratori di trasformazione, assistere alla frangitura delle olive, imparare a confezionare le trecce di cipolla o vivere l’emozione della caccia al tartufo. Il tutto allietato da intrattenimenti musicali e teatrali, animazione per bambini, esposizioni di artigianato artistico e altre curiosità. In programma anche visite guidate sul territorio e la possibilità di pranzare o cenare nei locali convenzionati.

Il 13 e il 14 dicembre sarà poi la volta delle aziende casearie con “Formaggi e paraggi”, il 24 e il 25 gennaio saranno dedicati ai salumi con “Affettuosi salumi”, per concludere il 7 e 8 febbraio con “Carnevale in cantina” dedicato alle aziende vitivinicole.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori