Home / Gusto / Tartufo da record nelle Valli del Natisone

Tartufo da record nelle Valli del Natisone

Si tratta di una specie legnosa che rivela l’elevata biodiversità di quest’area del Friuli

Tartufo da record nelle Valli del Natisone

Pesa quasi quattro etti il piccolo tesoro trovato nei boschi delle Valli del Natisone dagli uomini della Forestale di Cividale. È un tartufo, in dettaglio un tartufo legnoso, che mette in evidenza la grande biodiversità che caratterizza la zona cosiddetta della Benecia.

Trovare un tartufo di questo tipo, che non è commestibile, significa trovarsi in una zona ricca di tartufi buoni da mangiare, ricercati e apprezzati dai palati dei buongustai.

Ne è prova la presenza, nelle Valli, di cercatori di tartufi, non sempre in regola, a volte pizzicati a cacciare questo tesoro dei boschi senza autorizzazione. E ne è prova anche la traccia, diffusa, del passaggio frequente di cinghiali, animali selvatici che dal fiuto riconoscono subito, a distanza, la presenza, sotto terra, di tartufi commestibili e non commestibili.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori