Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 3 aprile 2020

Il Friuli in edicola, venerdì 3 aprile 2020

Il Friuli in edicola, venerdì 3 aprile 2020

In attesa della 'resurrezione' - Come sarà la Pasqua di quest’anno, tra significato religioso e pranzo in famiglia. Perché nonostante l’epidemia la vita continua

Pasqua speciale da vivere assieme ai propri cari - “ANDARE A MEMORIA”. È questo il consiglio di don Rizieri De Tina, per vivere la Settimana Santa in modo ancora più profondo e interiore. Non si può partecipare ai riti collettivi, ma anche in questa occasione si deve restare a casa per il bene di tutti
È una Settimana Santa del tutto speciale quella che trascorriamo quest’anno. Ce la racconta giorno per giorno don Rizieri De Tina, vicario della Forania di Nimis, che con la sua fede e la sua saggezza ci spiega come vivere questa esperienza in modo positivo per noi e per i nostri cari.
Leggi il resto nel numero in edicola

Colombe a domicilio per battere l’epidemia - IL PRANZO. In una Pasqua completamente stravolta è possibile, comunque, sedersi a tavola secondo tradizione. E dare una mano a commercianti e ristoratori locali
Creare una rete che sostenga da un lato le piccole imprese associate, dall’altro il territorio e le famiglie. Perché la Pasqua sia comunque un momento di festa per tutti. E’ questo l’obiettivo delle Associazioni di categoria di Udine, che hanno dato vita a un sistema on line di vendite a domicilio. Anche il Comune di Pordenone si è organizzato con un servizio di spesa e medicinali direttamente a casa.
Leggi il resto nel numero in edicola

Il Covid-19 ci costringe a cambiare le nascite - RISVOLTI INATTESI. Meno accessi ‘inutili’ ai pronto soccorso e ridotti gli ingressi ai reparti di ostetricia: così durante l’epidemia mamme e neonati stanno più tranquilli
Nell’occhio del ciclone ci sono i medici, gli infermieri, i volontari che affrontano in prima linea un’emergenza sanitaria mai vista prima. Nelle retrovie ci siamo noi, cittadini comuni, cui si chiede di resistere sopportando un periodo di reclusione forzata e preparandosi al meglio alle conseguenze della pandemia. In mezzo ci sono tutti coloro che continuano a portare avanti la propria vita lavorando, assistendo, sostenendo gli altri in questo difficile momento.
Leggi il resto nel numero in edicola
La solidarietà è di casa - FORESTERIE. I friulani fanno a gara per dare alloggio al personale sanitario al lavoro nei reparti, per evitare che debba tornare nella propria abitazione. E nessuno chiede un soldo
Tutti siamo consapevoli dello sforzo in corso nei nostri ospedali per curare gli ammalati, tutti conosciamo gli sforzi e i sacrifici del personale al lavoro nelle corsie e quanti siano i medici e gli infermieri che hanno contratto il virus durante il lavoro. Per molti di loro restare lontani dai propri casi diventa un peso ulteriore, ma una scelta quasi obbligata. Anche Massimo Simonetti, infermiere in servizio nel reparto di medicina d’urgenza a Udine, al pari di molti altri suoi colleghi, non voleva tornare a casa al termine del turno di lavoro. La preoccupazione era di non far correre pericoli ai suoi cari.
Leggi il resto nel numero in edicola
La gratitudine è una pizza calda - IL VADEMECUM. I mille modi trovati da cittadini e aziende friulane per dire ‘grazie’ ai medici e agli infermieri in prima linea nella lotta al coronavirus
Un anonimo benefattore che fa arrivare, dal panificio, le brioche per una dolce pausa a metà mattina, oppure la solidarietà degli infermieri degli altri reparti che ordinano la pizza per un pasto veloce anche per i colleghi e per i medici in prima linea. O, ancora, la disponibilità, immediata e puntuale, di molte piccole aziende del territorio, ferme per decreto, che mettono a disposizione quanto in loro possesso, momentaneamente inutilizzabile, per la sicurezza del personale impegnato a salvare vite umane.
Leggi il resto nel numero in edicola

Violenti sotto controllo - PRONTI A INTERVENIRE. Circolari del ministro e del capo della polizia hanno elevato il livello di attenzione sui casi di violenza domestica. Verificati tutti i casi già noti e monitoraggio costante
Le misure adottate dal Governo ci obbligano a restare chiusi in casa, suscitando non pochi timori per i casi di violenza domestica. L’attenzione è cresciuta tanto che dal ministero dell’Interno sono state diramate circolari in materia.
Leggi il resto nel numero in edicola

L’emergenza della burocrazia - STREMATI ALLA META. Corsa contro il tempo di aziende e consulenti del lavoro per ottenere gli ammortizzatori sociali, ma l’Inps non ce la farà a pagare entro il 15 aprile
Migliaia di persone nella nostra regione - si stima siano oltre 50mila i possibili beneficiari - attendono di capire se e quando riceveranno i soldi della Cassa integrazione, ma a giudicare da cosa è successo in questi giorni nel sito dell’Inps c’è poco da essere ottimisti.
Leggi il resto nel numero in edicola

Così la casa diventa un ufficio - SMART WORKING: è la modalità lavorativa imposta dall’emergenza sanitaria. Ecco i consigli per adattare le abitazioni per coniugare efficienza e confort
Il consumatore Da alcune settimane la situazione sanitaria contingente ha costretto l’Italia intera a cambiare radicalmente abitudini di vita per adeguarsi alle priorità di salute pubblica. Tra i cambiamenti spicca quello che è stato un vero balzo in avanti nell’utilizzo delle nuove tecnologie.
Leggi il resto nel numero in edicola

Sì, viaggiare, ma solo come Salgari - A UDINE è attiva dal 1986 l’unica associazione in Italia dedicata al prolifico scrittore, tra i padri del romanzo d’avventura, primo ‘viaggiatore virtuale’, capace di creare mondi lontani senza mai lasciare la sua abitazione
Esattamente 100 anni fa veniva pubblicata la raccolta in volume di uno dei suoi titoli più famosi, Le tigri di Mompracem. Tra i padri del romanzo d’avventura in Italia, e non solo, Emilio Salgari (Verona 1862-Torino 1911) fu soprattutto un “viaggiatore virtuale”, creatore di mondi fantastici e inventore di oltre mille personaggi – alcuni dei quali, come Sandokan, icone anche a decenni di distanza grazie al potere del piccolo schermo – senza però mai spostarsi da casa. O quasi.
Leggi il resto nel numero in edicola

Il teatro è già pronto a cambiare - ALBERTO BEVILACQUA, presidente del CSS - Teatro stabile di innovazione del Fvg, anticipa le prossime ‘mutazioni’ del settore: “La stagione ‘virtuale’ diventerà una ruotine anche in tempi normali”
Nulla sarà più come prima, ormai lo abbiamo capito, e la situazione è ancora più ‘sospesa’ per un settore come il teatro, che senza il pubblico non può sopravvivere a lungo. Chi ha già comprato biglietti per spettacoli cancellati, è tutelato almeno dal punto di vista economico dal decreto del Presidente del Consiglio 18/2020, che all’articolo 88 spiega come e chi può chiedere il rimborso, attraverso l’emissione di un voucher di pari importo presentando, entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto (17 marzo), un’istanza di rimborso al venditore, allegando il relativo titolo di acquisto.
Leggi il resto nel numero in edicola

Il Gruppo Mediafriuli è schierato in prima linea per tenervi informati in questa fase nella quale tutta Italia è impegnata nella dura lotta al Coronavirus, che comprende anche stringenti misure sugli spostamenti in tutto il Paese.

Anche noi aderiamo alla campagna #iorestoacasa. Ribadendo al nostro pubblico l'invito a limitare al minino necessario i movimenti, vogliamo allo stesso tempo restare vicini ai friulani anche per far trascorrere le ore tra le mura domestiche in maniera più piacevole, sconfiggendo così la noia.

Per questo, potrete continuare a leggere il settimanale Il Friuli gratis a casa vostra!

Ogni venerdì e fino a Pasqua, i lettori potranno ricevere gratuitamente al loro indirizzo mail la copia elettronica del giornale, per approfondire tutti i temi di attualità direttamente dal proprio smartphone o pc.

Per attivare l’abbonamento gratuito (che non prevede alcun vincolo di rinnovo al termine della promozione), è sufficiente inviare una mail all'indirizzo gruppomediafriuli@telefriuli.it

Voi restate a casa.... il Friuli vi farà compagnia!

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Business

Green

Life Style

Family

Gli speciali

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori