Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 9 ottobre 2020

Il Friuli in edicola, venerdì 9 ottobre 2020

Il Friuli in edicola, venerdì 9 ottobre 2020

Ecco la lista della spesa - Le dieci opere strategiche per il rilancio della regione che possono essere finanziate con il Recovery Fund europeo

Cantieri friulani con i soldi dell'Europa - LISTA DELLA SPESA. Infrastrutture, green deal, nuove tecnologie, formazione e soprattutto ripresa economica sono le linee guida europee per usare il Recovery fund: ecco 10 grandi opere necessarie alla nostra regione
Alle prese con la pandemia e la conseguente crisi economica che ha investito il nostro Paese, l’Europa e il mondo intero, ci si trova oggi davanti all’orizzonte fosco della riacutizzazione del contagio e delle pesanti ricadute che i mesi di lockdown hanno avuto sul settore produttivo.
Leggi il resto nel numero in edicola

Strategie vincenti per il sistema-regione - VISIONE D’INSIEME. Sono necessari progetti condivisi e di ampio respiro per utilizzare il Recovery fund come volano di un vero rilancio a medio e lungo termine
Il percorso pianificato dalla Commissione Europea per assegnare i fondi del Recovery fund prevede come primo passo, da gennaio 2021, la valutazione dei singoli Recovery plan nazionali. Sulla carta, il nostro Paese otterrà risorse per 82 miliardi di trasferimenti e 127 miliardi come prestito: un totale di 209 miliardi che è stato ampiamente annunciato e che attende solo l’approvazione ufficiale del Parlamento europeo.
Leggi il resto nel numero in edicola

I progetti per il Fvg visti da Bruxelles - ATTIVITÀ IN AULA. Gli europarlamentari Lizzi e Dreosto commentano le priorità del nostro territorio alla luce del sostegno che può venire dall’Europa
Lo scorso settembre sono state lanciate da Bruxelles le linee guida per i paesi UE destinatari del Recovery fund e ogni Governo dovrà presentare il proprio piano di rilancio in linea con la green deal europea, cioè fissando alcune priorità, che dovranno riguardare economia verde e digitale. Il percorso pianificato dalla Commissione Europea prevede per prima cosa la valutazione dei singoli Recovery plan nazionali prevista a gennaio del prossimo anno. Poi arriveranno le erogazioni.
Leggi il resto nel numero in edicola

Arrivano dal passato gli archeologi sperimentali - VITA DA LEGIONARIO. Da oltre vent’anni è attiva l’associazione Legio I Italica che con passione organizza eventi in tutta Italia ed Europa
“Non ci riteniamo semplici figuranti, piuttosto abbastanza rievocatori, ma cerchiamo di essere soprattutto archeologi sperimentali”. Con queste parole Pier Paolo Mazzon spiega la ‘filosofia’ dell’associazione culturale di Archeologia sperimentale legio I (prima) italica.
Leggi il resto nel numero in edicola

Petizione per più pulizia e sicurezza - UDINE. Un comitato tra chi vive e lavora nel cuore della città vorrebbe che il Comune riscrivesse le regole del piano della mobilità, ma garantisse anche il giusto decoro
Non basta cambiare il volto della città, per renderla più vivibile e accessibile. Non basta aver riaperto via Mercatovecchio e aver offerto alla collettività un centro storico più curato. Bisogna avere un piano di rilancio condiviso, soprattutto nel momento in cui la pandemia da Covid 19 ha cambiato le abitudini delle persone che hanno dovuto, volenti o nolenti, riappropriarsi degli spazi all’aperto per i momenti di convivialità.
Leggi il resto nel numero in edicola

Giovani reduci dal battesimo politico - CIVIDALE. Hanno perso, ma le elezioni comunali sono servite a diversi giovani per fare il debutto nell’impegno civico. E per loro si apre ora una nuova fase
A Cividale i giovani si sono fatti sentire. Alle ultime elezioni amministrative, infatti, si sono presentati diversi ragazzi under 30 nella coalizione civica ‘Tutto un altro futuro’ e, oltre al candidato sindaco Fabio Manzini di 24 anni, sono entrati in consiglio comunale Alberto Diacoli di 26 anni e Alberto Contento di 27. Assieme a loro, nelle liste della coalizione, si sono proposti come candidati anche altri ragazzi ventenni e altrettanti hanno lavorato per supportare il progetto, nato due anni fa in vista delle elezioni 2020.
Leggi il resto nel numero in edicola

Salvataggio di un fossile - MOGGIO UDINESE. É stato necessario l’intervento dell’elicottero dei vigili del fuoco per portare a valle un’importante testimonianza del nostro lontano passato. Le pietre saranno esposte in due musei
Questa volta il ‘soccorso’ non ha avuto carattere di vita o di morte. Infatti, la squadra specializzata dei vigili del fuoco di Udine, è stata impegnata in alta montagna per recuperare un fossile dall’importante valore storico.
Leggi il resto nel numero in edicola

Antenne tolte o dimezzate - UDINE. Verso la soluzione l’impatto visivo dei ripetitori installati sul tetto del castello, dopo i lavori di rifacimento delle facciate finanziati dalla Danieli
A un mese dalla conclusione dei lavori di rifacimento delle facciate del castello di Udine, la presenza delle antenne attualmente collocate sul tetto appare ancora più stridente. Su sollecitazione di Gianpietro Benedetti, presidente del Gruppo Danieli che ha finanziato l’intervento, il sindaco Pietro Fontanini ha convocato gli enti titolari degli impianti.
Leggi il resto nel numero in edicola

Gorizia, la ‘periferia’ della Belle Époque - ‘VIENNA 1900’ è il terzo capitolo dedicato alle arti viennesi a cavallo tra 19° e 20° secolo: una mostra tutta dedicata alla grafica e al design, campo di sperimentazione di molti artisti della cosiddetta ‘Secessione’
Per molti ancora città simbolo della Grande guerra, Gorizia è stata una delle capitali ‘minori’ della Mitteleuropa. La ‘Nizza d’Austria’ dalla spiccata vocazione turistica di fine ‘800 non fu solo un buen retiro di ‘periferia’ per funzionari imperiali, ma centro di creatività e diffusione artistica di alcune delle più importanti avanguardie a cavallo tra due secoli.
Leggi il resto nel numero in edicola

Una luce dai secoli bui - ‘GLI STATUTI DI GEMONA’ raccoglie le norme scritte nel 1381 per la città medievale: un ‘testo unico’ di regole tuttora valide e attuali, per i cittadini e anche la classe politica
S e queste norme fossero in vigore, tanti oggi finirebbero sul lastrico. Gli Statuti di Gemona Per il governo della Magnifica Comunità, promulgati nel 1381, per tanti versi sembrano pensati per mettere ordine nella nostra società: dalle ingiurie sui social network alle lentezze della burocrazia e dei tribunali, dall’assenteismo e dall’inefficienza degli uffici pubblici all’osservanza del riposo nelle giornate festive
Leggi il resto nel numero in edicola

Ascolta, si fa ser(i)a: ecco il prete ‘rock’ - LIBERTA’ è l’album d’esordio di Rob Delay, nome d’arte del parroco di Lestizza, Roberto Rinaldo. Una decina di canzoni di dolore cosmico e speranza nate nella casa-canonica di Galleriano durante il lockdown
Una chitarra acustica furiosa, sulla stile del Bob Dylan che portò la protesta folk in ambito rock. Poi il testo della canzone, che si apre così: “Produzione esagerata, quanta plastica dannata, mari sporchi inquinati, armamenti incontrollati, troppi despoti al comando, questo mondo va allo sbando”. E’ l’inizio di Nuovo ordine mondiale, primo brano di Libertà, album d’esordio di Rob Delay. Un nome d’arte dietro al quale c’è don Roberto Rinaldo, parroco nel Comune di Lestizza, appassionato di musica sin da bambino.
Leggi il resto nel numero in edicola

Adesso si’: cosi’ ci piace - FINALE COL BOTTO in casa bianconera: il saldo delle trattative è positivo sia per il bilancio sia per la squadra
Finalmente tutti possiamo tirare un gran sospiro di sollievo. Si è appena concluso il periodo più antipatico per i veri calciofili, quello del mercato.
Leggi il resto nel numero in edicola

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Green

Life Style

Gli speciali

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori