Home / Politica / 'Caos a scuola, è tempo di regionalizzazione'

'Caos a scuola, è tempo di regionalizzazione'

L'assessore Rosolen è preoccupata per i ritardi nelle nomine, che hanno creato tensioni e scambi di accuse tra sindacati e Ufficio scolastico

'Caos a scuola, è tempo di regionalizzazione'

E' stato decisamente un avvio in salita per la scuola Fvg, alle prese con i primi casi di Coronavirus tra i banchi, dalle materne alle superiori, e con i ritardi nelle nomine del personale docente e non. Le procedure di assegnazione dei posti hanno provocato grandi tensioni e scambi reciproci di accuse tra sindacati e Ufficio scolastico regionale, con tanto di dossier che le sigle sindacali hanno presentato nei giorni scorsi al Prefetto di Trieste.

Una situazione non ancora risolta che preoccupa la Regione. "I problemi - spiega l'assessore all'Istruzione del Fvg, Alessia Rosolen - derivano da scelte ministeriali, ma naturalmente si sono riversati anche sul nostro territorio. La scuola è fatta da insegnanti e personale e i ritardi nelle nomine dimostrano che il Fvg ha bisogno di fare un salto di qualità nella gestione".

"Noi attualmente non abbiamo capacità d'intervento, ma solo di spesa. Ricordo che investiamo 25 milioni di euro l'anno per la scuola. Direi che i tempi sono maturi per una regionalizzazione. E' un ragionamento che abbiamo iniziato due anni fa. Non pretendo che tutti siano d'accordo, ma l'emergenza Covid dimostra che, a livello locale, l'organizzazione - e non parlo di programmi o personale, ma solo di gestione - potrebbe funzionare molto meglio".

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori