Home / Politica / 'Fedriga non può garantire i tamponi a scuola e allora li toglie'

'Fedriga non può garantire i tamponi a scuola e allora li toglie'

Prosegue il botta e risposta sulle linee guida Covid per gli studenti. Shaurli al contrattacco: "Genitori lasciati soli fra dubbi e paure"

'Fedriga non può garantire i tamponi a scuola e allora li toglie'

"Dunque lasciamo soli i genitori, fra mille dubbi e paure a cercare di capire fra telefonate e attese se è banale febbre o raffreddore oppure se è Covid, con i rischi conseguenti non solo per i compagni di scuola ma magari per nonni, parenti anziani ed insegnanti. E chiederemo ai medici di base e soprattutto alle famiglie di decidere chi è realmente sospetto e chi no. Così vuole Fedriga. Ma perché tutto questo? Perché va in tilt il sistema della prevenzione, quello che la Giunta doveva organizzare per tempo a reggere un impatto previsto, visto che la data di inizio della scuola non era un mistero. La verità è che siamo di fronte alla resa di Fedriga: non può garantire tamponi in tempi brevi e allora li toglie". E' la replica del segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli al presidente della Regione Massimiliano Fedriga, che oggi a Trieste ha annunciato "linee guida che andranno a superare quelle del Governo per quel che riguarda l'obbligo di tamponi ai bambini con sintomatologia".

"Era impossibile prepararsi in tempo e - aggiunge Shaurli - con il personale adeguato stabilire un luogo dedicato per ogni distretto sanitario in cui fare i tamponi rapidi agli studenti? Fedriga preferisce aprire fronti col Governo e col Pd, invece di fare e provare a fare bene le cose che spettano alla Regione. Intanto molte famiglie e scuole non sanno cosa fare e molti genitori, quelli che possono permetterselo, si rivolgono alla sanità privata per cercare risposte sicure e veloci".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori