Home / Politica / 'Il Governo sia fermo contro i corridoi turistici'

'Il Governo sia fermo contro i corridoi turistici'

Rojc (Pd): "Occorre un'azione molto incisiva sulla Commissione europea e a livello di Consiglio, perché non ci può essere chi approfitta del virus per fare affari"

'Il Governo sia fermo contro i corridoi turistici'

"Il Governo italiano assuma una posizione fermissima verso i Paesi che stanno progettando corridoi turistici bilaterali o che comunque mirano a escludere l'Italia dalle rotte del turismo estivo. Occorre un'azione molto incisiva sulla Commissione europea e a livello di Consiglio europeo, perché non ci può essere chi approfitta del virus per fare affari e al tempo stesso favorisce lo sfaldamento del mercato unico e dello spazio Schengen". Lo affermano il capogruppo Pd nella commissione Affari esteri al Senato, Alessandro Alfieri, assieme alla collega dem Tatjana Rojc, dopo che il Ministro del Turismo croato ha annunciato che i turisti provenienti da un gruppo di Paesi dell'Europa nordorientale potranno circolare in Croazia dal 29 maggio, mentre dal 15 giugno si aprirà anche a Germania e Polonia.

Per i senatori dem "quanto sta accadendo deve essere riportato nel tracciato degli accordi Ue, per evitare danni alla nostra economia e ripercussioni più ampie sulla stabilità dell'aquis europeo".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori