Home / Politica / 'Lavoriamo con il Governo per evitare nuovi lockdown'

'Lavoriamo con il Governo per evitare nuovi lockdown'

Il governatore Fedriga sta monitorando i numeri del contagio: "Dobbiamo valutare su più settimane come evolverà la pandemia"

'Lavoriamo con il Governo per evitare nuovi lockdown'

La Regione segue con la massima attenzione l’evoluzione della pandemia. Dopo il boom di mercoledì, con 182 nuovi contagi, dato record dall’inizio dell’epidemia, ieri si sono registrati 136 nuovi casi, ai quali si sono aggiunti due decessi.

La situazione ospedaliera, però, rimane sotto controllo, con 11 pazienti in terapia intensiva e 32 ricoverati in altri reparti. In questa fase è fondamentale il lavoro di tracciamento e test: per questo, la Regione sta attivando nuovi punti per i tamponi, per velocizzare le procedure. Dopo quello di Cividale, questa mattina il vicegovernatore Riccardo Riccardi ha visitato il nuovo centro per i test Covid attivato a Tolmezzo.

Guardando all’evoluzione nazionale, Fedriga esprime solidarietà al governatore campano De Luca, che ieri ha deciso la chiusura delle scuole dopo il boom di contagi. "La Regione Campania sta vivendo un momento difficile. Esprimo la mia solidarietà al governatore rispetto alle dichiarazioni del ministro Azzolina, che ha fatto un attacco feroce. Quella di De Luca è una scelta basata sui numeri della sua Regione e a tutela dei suoi cittadini", ha detto Fedriga ai microfoni di Telefriuli.

"Credo che possibili ulteriori misure restrittive 'chirurgiche' saranno utili per evitare un lockdown generalizzato. La virulenza sta tornando ai livelli di marzo-aprile. Su questo dobbiamo pensare di non arrivare all’ultimo, operando con interventi più miti, ma in anticipo”.

In merito alle ‘zone rosse’ istituite dalla Slovenia, Fedriga parla di una “reazione importante alla pandemia. Al momento, non vedo la necessità d’intervenire sul confine. Penso che tutti debbano adottare le misure necessarie rispetto alla situazione contingente del loro territorio”.

E aggiunge: “Dobbiamo lavorare con il Governo per evitare possibili lockdown. In questo momento non ipotizzo niente. Dobbiamo vedere in più settimane l'evolversi della pandemia, quindi è chiaro che prendere scelte sull'onda dell'emotività sia sbagliato".

"È chiaro che dobbiamo avere maggior attenzione - ha aggiunto Fedriga - perché se oggi abbiamo un numero alto di contagi, ma fortunatamente una richiesta ospedaliera ancora bassa, non vorremmo trovarci in una situazione emergenziale dal punto di vista sanitario. Deve continuare a prevalere un senso di grande responsabilità da parte di tutti per evitare l'aumento dei casi il più possibile. Dall'altro lato, dobbiamo ovviamente tenere in piedi un sistema economico-lavorativo che non può essere buttato alle ortiche. Quindi questa è la scelta difficile che deve fare la politica - ha concluso - è riuscire a cercare la sintesi tra queste due esigenze".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori