Home / Politica / 'Palestre a Udine, ritardi e grande confusione'

'Palestre a Udine, ritardi e grande confusione'

La denuncia della consigliera Del Torre: "I campionati stanno per iniziare, ma le strutture sono ancora chiuse e le associazioni non hanno notizie"

'Palestre a Udine, ritardi e grande confusione'

"I campionati stanno ormai per iniziare, ma le palestre gestite direttamente dal Comune di Udine sono ancora chiuse e le associazioni sportive non sanno se, come e quando potranno utilizzarle", denuncia la consigliera comunale dem Cinzia Del Torre.

"Decine di associazioni sportive udinesi, a cui sono iscritti migliaia di ragazzi e ragazze, che praticano vari sport e che erano soliti allenarsi nelle palestre comunali, ancora non hanno il permesso di entrarci. Finora molte associazioni si sono organizzate allenandosi presso strutture sportive non comunali, come la palestra del Cus, quella del Bearzi o quelle di altri comuni, che hanno saputo dare risposte in tempi molto più rapidi, ad esempio a Pozzuolo, Povoletto e Campoformido".

"Tra le palestre di proprietà comunale continuano a funzionare soltanto quelle già concesse in gestione esterna come il Benedetti o quella di Laipacco, oltre al Carnera, più adatto allo sport professionista. Ci domandiamo come mai, a oggi, solo il Comune di Udine non è ancora riuscito a dare risposte alle società sportive. Presenteremo un'interrogazione per fare chiarezza e per chiedere un impegno molto più serio da parte del Comune anche sulle attività sportive", conclude Del Torre.
 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori