Home / Politica / 'Referendum, a Udine meno spazi elettorali che a Pordenone'

'Referendum, a Udine meno spazi elettorali che a Pordenone'

Per la dem Meloni è "l'ennesima umiliazione per una città che sta perdendo completamente la sua vocazione di Capitale del Friuli"

'Referendum, a Udine meno spazi elettorali che a Pordenone'

"A Udine meno spazi di propaganda diretta che a Pordenone. L'ennesima umiliazione per una città che sta perdendo completamente la sua vocazione di Capitale del Friuli e destinata a un futuro da semplice borgo rurale". Lo afferma la consigliera comunale Eleonora Meloni, del Comitato "Cittadini Democratici per il NO" di Udine, in relazione agli spazi destinati alle affissioni elettorali previsti in città.

"Udine ha il doppio degli abitanti di Pordenone, oltre a una maggiore estensione territoriale (oltre 300 km di strade); ciononostante, la giunta ha deciso di destinare soltanto 11 siti per le affissioni, quando Pordenone ne ha indicati 16. Non solo - prosegue la consigliera Meloni - vengono addirittura cancellati punti strategici come Viale Trieste e piazza Garibaldi e si relegano i comizi elettorali in sale decentrate e fuori dal centro storico".

"Tutti segnali inequivocabili - conclude Meloni - della volontà di non dare spazio e voce al referendum da parte di questa Amministrazione comunale, perché si teme che la conoscenza diventi partecipazione consapevole. A prescindere dalla posizione a favore del no o del si".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori