Home / Politica / Covid, Fedriga commissario per il riordino sanitario. Nuova ordinanza per lo sport

Covid, Fedriga commissario per il riordino sanitario. Nuova ordinanza per lo sport

Dopo le misure per case di riposo e hospice, il governatore riduce la soglia di occupazione degli impianti al 15% della capacità

Covid, Fedriga commissario per il riordino sanitario. Nuova ordinanza per lo sport

Il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga è stato nominato commissario delegato per la realizzazione delle opere previste nel Piano regionale di riordino del sistema sanitario in funzione dell'emergenza Covid-19.

L'assegnazione dell'incarico è avvenuta da parte del commissario straordinario per l'attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell'emergenza epidemiologica Covid-19, Domenico Arcuri, sulla base degli atti emanati dal Governo.

Tra i compiti del commissario delegato rientrano l'aggiornamento della pianificazione operativa degli interventi, la realizzazione delle opere previste attraverso procedure d'appalto accelerate e l'attività di controllo, monitoraggio e rendicontazione delle spese sostenute.

Nel frattempo, dopo l'ordinanza numero 35, che introduce nuove restrizioni per case di riposo e hospice, oltre che per gli spettacoli, Fedriga ha firmato anche l'ordinanza contingibile e urgente di Protezione civile n. 36 nell'ambito delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 riguardante il limite di capienza di spettatori negli impianti che ospitano manifestazioni sportive.

Nel dettaglio, l'atto prescrive che da oggi, venerdì 16 ottobre, per gli eventi e le competizioni sportive individuali e di squadra delle società professionistiche e - a livello sia agonistico che di base - delle associazioni e società dilettantistiche riconosciute dal Coni, dal Cip e dalle rispettive federazioni ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali, è consentita la presenza del pubblico con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1.000 spettatori per manifestazioni sportive all'aperto e di 800 spettatori, purché nei limiti del 15% della capienza totale della struttura, per le manifestazioni sportive al chiuso.

Inoltre, la presenza del pubblico all'interno di impianti all'aperto e al chiuso è consentita solo qualora sia possibile assicurare la prenotazione e l'assegnazione preventiva dei posti a sedere da assegnare ai singoli spettatori per l'intera durata dell'evento, nel rispetto delle misure previste dai protocolli di sicurezza delle rispettive Federazioni sportive nazionali, Discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva, enti organizzatori. Gli spettatori saranno tenuti a indossare la mascherina per tutta la durata dell'evento, inclusi i momenti di accesso e di deflusso.

L'ordinanza, in allegato, ha validità fino al 25 ottobre.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori