Home / Politica / Enti locali, riforma in marcia... tra le polemiche

Enti locali, riforma in marcia... tra le polemiche

Riccardi: "Dispiace che le opposizioni non collaborino per costruire un percorso condiviso"

Enti locali, riforma in marcia... tra le polemiche

"Il disegno di legge 71 volta pagina rispetto al passato aprendo una stagione nuova per le autonomie del Friuli Venezia Giulia". Lo ha affermato l'assessore regionale alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti nella pausa meridiana dei lavori d'Aula dedicati all'esame del ddl sull'esercizio coordinato di funzioni e servizi tra gli Enti locali del Friuli Venezia Giulia e istituzioni degli Enti regionali di decentramento amministrativo.

"Porteremo a casa - ha aggiunto Roberti - una riforma che fa il bene del territorio e dei sindaci, che da questo momento in poi potranno esercitare la loro autonomia davvero e non solo sulla carta, dispiegando le funzioni che sono di competenza comunale ma che non si riducono alle semplici erogazioni di servizi e consistono anche nelle funzioni di sviluppo del territorio, secondo ciò che è previsto dal testo unico degli Enti locali".

"Tali funzioni - ha detto ancora l'assessore - potranno essere esercitate in forma singola o associata, così come sarà ritenuto migliore a vantaggio dei cittadini". A giudizio di Roberti "è importante che i sindaci possano esercitare la responsabilità che viene loro attribuita con l'elezione: metter loro dei vincoli o dei lacci significherebbe privarli di strumenti di governo ed esporli alla gogna quando si va alle urne".

L'assessore alle Autonomie locali ha, infine, espresso "dispiacere per l'atteggiamento dell'opposizione. Sarebbe stata utile una collaborazione per costruire una riforma condivisa da tutti a beneficio del territorio regionale".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori