Home / Politica / Forza Italia e Progetto Fvg fanno squadra

Forza Italia e Progetto Fvg fanno squadra

Siglato l'accordo per una collaborazione centrista che guarda al futuro della Regione

Forza Italia e Progetto Fvg fanno squadra

Un accordo di collaborazione tra Forza Italia del Friuli Venezia Giulia e Progetto Fvg, che si concretizzerà anche tra i rispettivi gruppi in Consiglio regionale, che si manterranno autonomi ma uniti dall’anima centrista e dalla volontà di essere sempre più determinanti per il futuro della Regione, restando saldamente all’interno della coalizione di centrodestra guidata dal presidente Fedriga. È quanto annunciato a Udine, nella sede di rappresentanza della Regione, dai capigruppo Giuseppe Nicoli (Forza Italia) e Mauro Di Bert (Progetto Fvg), assieme con i coordinatori Sandra Savino (Forza Italia) e Sergio Emidio Bini (Progetto Fvg).

“Da sempre – ha detto Savino - la nostra regione è laboratorio politico e questo percorso di avvicinamento mi vede soddisfatta, ricordando che iniziai la mia esperienza con la prima civica di questo Paese, la Lista per Trieste. Il presidente Silvio Berlusconi, nella sua lungimiranza, chiede di allearsi con le civiche, perché c’è necessità di rimettere in piedi quell’area moderata necessaria in tutte le competizioni elettorali. Questa con Progetto Fvg è un’unione d’intenti altrettanto lungimirante ed è esemplare anche a livello nazionale. Forza Italia rimane saldamente nel centrodestra e lo stesso Fedriga si è complimentato. Berlusconi ne è informato: se ne rallegra e vuole incontrarci insieme. Siamo qui per fare politica, ad ascoltare le esigenze dei cittadini: i due gruppi potranno portarne le istanze ai parlamentari di riferimento. Anche le prossime amministrative saranno un bel banco di prova per verificare come questo sodalizio possa portare benefici. In questo momento storico di una politica basata sulle scie emotive, occorre riportare la gente alla realtà dei fatti concreti, perché sia consapevole delle scelte nelle competizioni elettorali”.

“Con il patto che sigliamo oggi – ha aggiunto Bini – l’intento è costruire una nuova casa dei moderati del Fvg, di non poco peso nel bacino elettorale, e che ha il compito di cementare ulteriormente la già coesa coalizione di centrodestra. Come tutte le scelte importanti, necessitava di tempo, condivisione e del momento opportuno, che è arrivato. Un processo condiviso anche con il governatore Fedriga, che sicuramente lo ha avvallato. La coalizione di centrodestra è davvero coesa, non esistono più divisioni e personalismi che rischiano di minare l’azione di governo. E mai sono esistite forme di subalternità. Molto ci accomuna a Forza Italia dal punto di vista politico e programmatico, pur restando due anime diverse. Ad oggi questa unione d’intenti conta, in consiglio regionale, su sette consiglieri regionali. Si lavorerà anche per i prossimi appuntamenti alle amministrative, contando sulle nostre molte rappresentanze territoriali. Il soggetto che si sta costruendo, che guarda al futuro politico della nostra Regione e non al passato, va seguito con molta attenzione”.

“Il lavoro dei nostri gruppi consiliari – così Nicoli – potrà essere ottimizzato e la vicinanza civica potrà accrescere la possibilità di misurarci con il territorio. Vogliamo collaborare per dare nuovo slancio all’ammodernamento della nostra Regione e su questo abbiamo già avviato un buon percorso. Ora ci attendono sfide importanti: dopo Semplifica Fvg, a breve ci attende l’esame di Sviluppo impresa, ddl che rappresenta un punto focale per il rilancio delle attività produttive e dell’occupazione per il nostro territorio. Altre iniziative riguarderanno la pianificazione del territorio, attualizzando un piano urbanistico regionale in vigore dal 1978, e la revisione del quadro infrastrutturale, parte strategica per la crescita della regione”.

“In consiglio regionale – ha concluso gli interventi Di Bert - ci tiene legati un’intesa sui provvedimenti sin qui adottati e una matrice comune. Una “convivenza” di cui c’è bisogno in una coalizione che comprende più anime: noi vogliamo affermare la nostra e possiamo fare grandi cose. Forza Italia ci permette di avere un importante collegamento nazionale. Abbiamo una nostra identità, che manteniamo come forza indipendente all’interno della coalizione. Siamo gente che lavora e sta sul territorio, leale al presidente Fedriga, e che vuole fare sistema per contribuire alla crescita della nostra regione”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori