Home / Politica / Lignano, Progetto Fvg incontra i Vigili del fuoco

Lignano, Progetto Fvg incontra i Vigili del fuoco

Continua la pesante carenza di organico e c’è preoccupazione per la riapertura dei Distaccamenti stagionali

Lignano, Progetto Fvg incontra i Vigili del fuoco

C’è preoccupazione per la riapertura dei Distaccamenti stagionali di Lignano Sabbiadoro e Grado. Lo hanno detto chiaramente i rappresentanti sindacali dei Vigili del Fuoco della Cgil Fp durante un incontro con il gruppo regionale di Progetto Fvg per una Regione Speciale/Ar, alla presenza dei consiglieri Mauro Di Bert, Edy Morandini e Giuseppe Sibau, chiedendo alla Regione di svolgere un’azione di intermediazione con il Ministero degli Interni perché non si ripeta quanto già visto nel 2018.

La pesante carenza di organico che sta interessando da tempo il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ha forti ripercussioni anche in Friuli Venezia Giulia – hanno riferito i rappresentanti del coordinamento regionale Cgil Fp, Cesare Palmucci e Renato Chittaro, presenti all’incontro assieme a Orietta Olivo della segreteria generale e al rappresentante sindacale del Comando Provinciale di Trieste, Sergio Bologna - il personale in servizio è spesso costretto a doppi turni con il rischio di un calo dell’attenzione per stanchezza durante gli interventi di soccorso. Davanti a una situazione del genere e con l’organico attualmente a disposizione riuscire a gestire anche i due Distaccamenti stagionali di Lignano e Grado diventa complicato, soprattutto se come accade da due anni a questa parte non vengono assegnati dal Ministero i fondi per assumere personale discontinuo.

In Regione esiste una lista di oltre 500 Vigili del Fuoco perfettamente formati, fra discontinui e volontari – ai quali attingere per reperire il personale necessario non solo all’attività dei Distaccamenti delle due località turistiche ma anche per permettere il necessario turnover al personale permanente impegnato nei corsi di formazione.

I consiglieri di Progetto Fvg assieme al consigliere Diego Bernardis (Lega) che ha partecipato all’incontro si sono impegnati con i rappresenti sindacali dei Vigili del Fuoco a presentare quanto prima una mozione che impegni la Regione a farsi parte attiva con il Ministero, perché vengano concessi i fondi necessari a garantire la copertura dell’organico regionale e di conseguenza l’operatività dei Distaccamenti di Lignano e Grado, che nel 2018 – è stato ricordato durante l’incontro – è stata garantita dall’intervento della Regione che assieme alle amministrazioni comunali di Grado e Udine si è sostituita a un compito dello Stato.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori