Home / Politica / Pordenone, assegnati i rimborsi affitti

Pordenone, assegnati i rimborsi affitti

I fondi comunali sono andati a soddisfazione delle 66 domande che rispondevano ai criteri di ammissibilità

Pordenone, assegnati i rimborsi affitti

Il Comune di Pordenone ha assegnato rimborsi per 63.500 euro a proprietari di immobili che hanno abbassato l’affitto di negozi e locali rimasti chiusi durante il lockdown. I fondi sono andati a soddisfazione delle 66 domande che rispondevano ai criteri di ammissibilità. La misura è stata adottata su decisione del sindaco Alessandro Ciriani e dall’assessore al commercio Emanuele Loperfido. Obiettivo: dare una mano al piccolo commercio colpito dalla chiusura prolungata per l’emergenza Covid.

In pratica, l’Amministrazione ha fornito rimborsi forfettari ai proprietari che hanno ridotto l’affitto di almeno il 20 per cento per tre mesi. I rimborsi variano dai 500 ai 1500 euro a seconda del periodo di locazione abbuonato. Un meccanismo a caduta per agevolare "i nostri commercianti che hanno dovuto tenere le serrande abbassate, lasciando loro un po’ più di liquidità in tasca" spiegano Ciriani e Loperfido.

La maggior parte dei contributi è stata di 1.000 e 1.500 euro e hanno riguardato bar e botteghe, ma anche barbieri e estetiste. L’atto comunale di assegnazione è stato appena pubblicato, e dunque i rimborsi verranno materialmente liquidati ai beneficiari nel giro di pochi giorni. Il fondo per il bonus affitti era di complessivi 200 mila euro, ma per le domande pervenute da parte dei proprietari ne sono bastati appunto 63.500. "Il restante – informa Loperfido – sarà comunque utilizzata a favore del commercio con modalità che stiamo studiando".

I 200 mila euro per l’iniziativa affitti rientra negli oltre 3 milioni stanziati dal Comune per aiuti straordinari alla città, in seguito al virus.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori