Home / Politica / Fvg al voto, alle 23 affluenza al 36,34%

Fvg al voto, alle 23 affluenza al 36,34%

Urne aperte anche lunedì 21 dalle 7 alle 15. Obbligatorio l'uso della mascherina e l'igienizzazione delle mani

Fvg al voto, alle 23 affluenza al 36,34%

Urne aperte anche in Fvg per il referendum costituzionale e per il rinnovo di 12 Amministrazioni comunali.

AFFLUENZA ORE 23. Per il referendum, alle 23 in Fvg ha votato il 36,34% degli aventi diritto. In provincia di Gorizia alle urne il 36,91%, a Pordenone il 39,65%, a Trieste il 30,45% e a Udine il 36,91%.

Il Servizio elettorale della Regione ha comunicato le percentuali di affluenza rilevate alle 23 per le elezioni comunali nei 12 Comuni chiamati al voto. In Friuli Venezia Giulia su un totale di 39.748 elettori hanno votato in 16.906, ovvero il 43 per cento.

Per le Comunali, i dati delle 23 indicano che ad Andreis l'affluenza è al 34%; a Barcis al 33%; a Caneva al 37%; a Cividale del Friuli al 38%; a Claut al 43%; a Montereale Valcellina al 46%; a Ovaro al 41%; a Premariacco al 33%; a Travesio al 40%; a Valvasone Arzene al 41%; a Varmo al 47%; a Villesse al 58%.

Nelle consultazioni del 2015, in cui i Comuni al voto erano stati 10, il dato di affluenza regionale alle ore 23 era stato del 56,55 per cento. In testa per affluenza nel 2015 l'ex provincia di Gorizia con il 68,83 per cento; il dato della maggiore percentuale di votanti si conferma anche nel 2020.

AFFLUENZA ORE 19. Per il referendum, alle 19 in Fvg ha votato il 28,3% degli aventi diritto. In provincia di Gorizia alle urne il 28.94%, a Pordenone il 30,54%, a Trieste il 24,22% e a Udine il 28,66%.

Il Servizio elettorale della Regione ha comunicato le percentuali di affluenza rilevate alle 19 per le elezioni comunali nei 12 Comuni chiamati al voto. In Friuli Venezia Giulia su un totale di 39.748 elettori hanno votato in 13.167, ovvero il 33,13 per cento.

Per le Comunali, i dati delle 19 indicano che ad Andreis l'affluenza è al 28%; a Barcis al 28%; a Caneva al 28%; a Cividale del Friuli al 37%; a Claut al 32%; a Montereale Valcellina al 35%; a Ovaro al 33%; a Premariacco al 26%; a Travesio al 30%; a Valvasone Arzene al 33%; a Varmo al 37%; a Villesse al 48%.

Nelle consultazioni del 2015, in cui i Comuni al voto erano stati 10, il dato di affluenza regionale alle 19 era stato del 45,80 per cento. In testa per affluenza nel 2015 era l'ex provincia di Gorizia con il 57,71 per cento; tendenza confermata nel 2020.

AFFLUENZA ORE 12. il Servizio elettorale della Regione ha comunicato le percentuali di affluenza rilevate alle 12 per le elezioni comunali nei 12 Comuni chiamati al voto. In Friuli Venezia Giulia, su un totale di 39.748 elettori, hanno votato in 5.763, ovvero il 14 per cento. Nel Comune al voto nel territorio della ex provincia di Gorizia su 1.505 aventi diritto hanno votato 351 (23 per cento); nei sette Comuni della ex provincia di Pordenone su 19.841 elettori i votanti sono stati 2.584 (13 per cento); infine nei quattro Comuni della ex provincia di Udine su 18.402 aventi diritto hanno espresso il voto 2.828 elettori (15 per cento).

Nelle consultazioni del 2015, in cui i Comuni al voto erano stati 10, il dato di affluenza regionale alle 12 era stato del 19,71 per cento. In testa per affluenza, nel 2015, l'ex provincia di Gorizia con il 27,47 per cento, dato che si riconferma anche nel 2020.

Per il referendum, alle 12 in Fvg aveva votato il 12,4%; in provincia di Gorizia la percentuale sale al 12,92%, a Pordenone al 12,98%, mentre a Trieste scende al 10,7%; a Udine, infine, i votanti sono stati il 12,69%.

QUANDO E COME SI VOTA. Domenica 20 i seggi saranno aperti dalle 7 alle 23, mentre lunedì 21 settembre si vota dalle 7 alle 15. Alla chiusura, seguiranno gli scrutini per il referendum, mentre lo spoglio per le elezioni amministrative comincerà alle 9 di martedì 22.

In tutte le sezioni elettorali dovranno essere rispettate le misure anti-Covid per la tutela della salute dei cittadini.

Per il voto in sicurezza, sarà obbligatorio l'uso della mascherina per accedere ai seggi, sia per gli elettori sia per ogni altro soggetto autorizzato a entrare (presidenti e scrutatori dovranno sostituire i dispositivi di protezione individuale ogni 4-6 ore). E' fatto divieto di assembramenti all'interno delle sezioni; sono previste aree di attesa all'esterno. Bisognerà utilizzare il gel igienizzante prima di entrare nei seggi e poi prima di ricevere la scheda elettorale e la matita; infine, è consigliato un terzo utilizzo al termine delle operazioni di voto.

REFERENDUM. Il quesito stampato sulla scheda è: "Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?". Votando sì si sostiene la riduzione del numero dei parlamentari, mentre con il no rimarrà in vigore l'attuale composizione delle Camere.

Per la validità del referendum costituzionale confermativo, a differenza del referendum abrogativo, non è previsto dalla legge un quorum di validità; non si richiede, cioè, che alla votazione partecipi la maggioranza degli aventi diritto al voto e l'esito referendario è valido indipendentemente dalla percentuale di partecipazione degli elettori.

ELEZIONI COMUNALI.

ANDREIS. Sono due i candidati: Fabrizio Prevarin, sostenuto da Crescere Insieme Andreis – Lista civica 2020, ed Elena Boschian, sostenuta da Per l'Unicità di Andreis- Lista civica.

BARCIS. In corsa Claudio Traina, sindaco uscente, sostenuto da Per Barcis, e Michele Guglielmi, sostenuto da Futuro per Barcis.

CANEVASono tre i candidati: Dino Salatin (Lega Salvini Fvg), Riccardo Poletto (Caneva al centro, Caneva Democratica e Futuro per il Teritorio) ed Egidio Santin (Partito del Nord, Autonomia Fiscale, Santin Sindaco).

CIVIDALE DEL FRIULIDue i candidati: Fabio Antonio Manzini sostenuto da Prospettiva Civica, Impegno Comune e Civi-ci, e Daniela Bernardi, vicesindaco uscente, sostenuta da Civica Balloch per Cividale, Forza Italia con i civici per Cividale, Fratelli d'Italia e Lega Salvini Fvg.

CLAUT. Tre i candidati: Marco Manfè (Un nuovo futuro per Claut), Gionata Sturam (Clautans) e Franco Lorenzi (Un cuore per Claut).

MONTEREALE VALCELLINAIn corsa Igor Alzetta, sindaco uscente, sostenuto da Uniti per Montereale e Progetto Comune, e Mila Cigagna, sostenuta da Ripartiamo Montereale.

OVAROIl Comune è stato commissariato a fine 2019. In corsa Lino Not (Insieme per Ripartire) e Loris Gallo (Alternativa per Ovaro 4.0).

PREMARIACCO. Dopo l'inchiesta che ha interessato il sindaco uscente, c'è un'unica candidatura, quella di Michele De Sabata (Premariacco Riparte); in questo caso, dunque, sarà fondamentale che sia raggiunto il 50%+1 di aventi diritto al voto.

TRAVESIOI candidati sono Francesca Cozzi (Travesio Rinasce - Cozzi sindaco) e Paolo Venti (Comunità Travesio Domani).

VALVASONE ARZENEIn corsa Luisa Forte (Insieme per Valvasone Arzene) e Markus Maurmair, sindaco uscente (Viva - Vivi Valvasone Arzene e Uniti per il Bene Comune - Valvasone Arzene).

VARMOSono tre i candidati in corsa: Fausto Prampero (Per Varmo Vil di Var - Lista civica), Antonella Iacuzzi (Varmo Radici e Futuro - Antonella Iacuzzi sindaco e Varmo un obiettivo comune - Antonella Iacuzzi sindaco) e Massimo Della Siega (Varmo Comunità e ViviAmo Varmo).

VILLESSEIn corsa Flavia Viola (Lista civica Siamo Villesse) e Gianpaolo Burgnich (Sveglia Villesse!).

Articoli correlati
1 Commenti
luca-DUCK

Non é giusto che non ci sia il "quorum" per il referendum. L'astensione dal voto puó anche esprimere un malcontento popolare e dovrebbe in ogni caso essere presa in considerazione. Se voto solo il 10% degli aventi diritto... Dov'é la volontà del POPOLO SOVRANO?

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori