Home / Politica / Tavagnacco vara provvedimenti per l'emergenza Covid-19

Tavagnacco vara provvedimenti per l'emergenza Covid-19

Rinviate le scadenze di Tari e Imu. Definiti con i comuni dell'Ambito i criteri per i buoni spesa

Tavagnacco vara provvedimenti per l'emergenza Covid-19

Il Comune di Tavagnacco, ha già deciso, in sede di Consiglio, il differimento del termine di pagamento della TARI (tassa rifiuti), sia per le imprese che per i privati, fissando la scadenza della prima rata al 31/07/2020. Per quanto riguarda l’IMU il termine, di legge, è quello del 15/06/2020 per la prima rata. Siamo comunque in attesa di provvedimento governativo che dovrebbe spostare tutti i termini di pagamento dei tributi comunali al 30/09 o al 30/11/2020. Quindi, al momento, non vi sono necessità di intervento immediato considerato che cittadini e imprese del Comune non sono chiamati a versamenti nelle casse comunali. Siamo comunque consci che alla scadenza del termine che verrà stabilito dovremo intervenire facendoci carico di situazioni di difficoltà che emergeranno e che affronteremo, anche in relazione alle decisioni che verranno assunte a livello nazionale e regionale.

“Stiamo gestendo – afferma l’Assessore Giovanni Cucci - la situazione per dare una mano almeno riguardo agli adempimenti fiscali comunali considerato l’impatto economico negativo del Coronavirus. Abbiamo anche decurtato le rette dei servizi comunali non fruiti per le giornate di chiusura”. Stiamo inoltre studiando tutti gli strumenti a nostra disposizione al fine di supportare le attività economiche del nostro Comune. I nostri interventi saranno gioco forza complementari rispetto a quelli governativi e regionali. Invitiamo, pertanto, tutte le attività produttive del territorio ad utilizzare le misure messe in campo dal Decreto “Cura Italia” e dai provvedimenti della Regione per “accompagnare le imprese”. Questi i primi interventi, certamente non sufficienti, ma sono allo studio altri strumenti che dovrebbero essere mesi in campo a brevissimo con il DECRETO APRILE di imminente emanazione”.

BUONI SPESA. Con ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri sono stati assegnati ai Comuni risorse economiche da destinare alle misure urgenti di solidarietà alimentare per l’acquisizione di buoni spesa utilizzabili presso gli esercizi commerciali contenuti in un elenco pubblicato da ciascun comune nel proprio sito istituzionale. Tavagnacco, insieme ai Comuni aderenti all’Ambito Territoriale “Friuli Centrale” ha definito in modo associato ed uniforme per tutte le Amministrazioni Comunali i criteri per l’accesso alla misura nonché la quantificazione del relativo contributo ed ha, inoltre, deciso di gestire la misura emergenziale nella forma associata ai sensi della Convenzione istitutiva del Servizio Sociale dei Comuni (SSC). La somma che avremo a disposizione ammonta a 79.120,54 euro.

Il fac–simile della domanda è stato pubblicato nel sito del Comune.  Chi non avesse la possibilità di utilizzare internet può chiamare il Punto di ascolto della Squadra comunale di Protezione civile 0432.571736    335 107 919937 che provvederà a dare le opportune informazioni.

CENTRO ASCOLTO. Da lunedì 6 aprile riprenderanno con modalità a distanza i Servizi del "Centro di Ascolto e Consulenza delle donne" e dello "Spazio Ascolto uomo". Si tratta di consulenze psicologiche  e legali per le donne e di consulenze psicologiche per gli uomini. I servizi, che saranno garantiti dalla Cooperativa Aracon, avverranno sotto forma di consulenza telefonica individuale, previo appuntamento da concordare con la segreteria del Centro al numero 0432 575538 o tramite e-mail all'indirizzo centro.donne@comune.tavagnacco.ud.it.

“Consideriamo di fondamentale  importanza la  riattivazione di questi servizi, afferma l’assessore Ornella Comuzzo- che riteniamo  fondamentali per contenere gli effetti secondari dell'isolamento, ben sapendo che la situazione che stiamo vivendo determina inevitabilmente, in alcune situazioni familiari già di per sé fragili, un incremento delle violenze domestiche, sia fisiche che psicologiche, alle quali gli operatori del nostro Centro, attivo da oltre vent'anni, hanno sempre saputo rispondere con grande professionalità ed adeguatezza.

MASCHERINE. I Volontari della Protezione civile stanno procedendo alla distribuzione delle mascherine man mano che le stesse vengono rese disponibili dalla Regione o dal gruppo di oltre trenta volontarie comunali che stanno costruendo artigianalmente le stesse. Entro domenica contiamo di averle distribuite in tutto il territorio del Comune alle persone con più di 70 anni. Poi, sempre in relazione alla disponibilità, procederemo a ulteriori distribuzioni.

"Desidero ringraziare, - afferma il Sindaco Moreno Lirutti - quanti rendendosi conto della complessità di questa emergenza estremamente inusuale e difficile da gestire per le enormi implicazioni ed incertezze che produce, garantiscono il loro impegno e la loro collaborazione sia evitando tutti gli spostamenti inutili sia dando la loro disponibilità a sostenere le persone sole o in difficoltà sia con donazioni sia nelle varie forme di volontariato. Il Comune seguirà attentamente l’evoluzione di tali provvedimenti per garantire tutto il sostegno possibile per uscire da questa drammatica emergenza sanitaria ed economica. I prossimi mesi richiederanno un grande sforzo che dovrà essere condiviso dalle istituzioni, dalle associazioni di categoria, dai cittadini; ognuno di noi sarà chiamato a fare la propria parte, con responsabilità e senso di comunità, per ripartire, tutti insieme. Non sarà facile, ne siamo consapevoli, ma ci riusciremo".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori