Home / Salute e benessere / A Udine, meeting su salute e invecchiamento attivo

A Udine, meeting su salute e invecchiamento attivo

Dal 6 al 20 marzo attesi in città delegati da Italia, Austria, Germania, Paesi Bassi e Lituania

A Udine, meeting su salute e invecchiamento attivo

Il Comune di Udine ha deliberato di organizzare il meeting internazionale “Age-Friendly Enrironments Activists” promosso dall’Associazione di Promozione Sociale “Lunaria” di Roma nell’ambito del Programma Erasmus+, consistente nella presentazione delle attività di promozione della salute e dell’invecchiamento attivo realizzate dall'Amministrazione a un gruppo di delegati provenienti da Italia, Austria, Germania, Paesi Bassi e Lituania. Il Meeting si terrà nella sala per primo piano della Casa della Contadinanza dal 2 al 6 marzo.

La decisione di ospitare questo evento internazionale si inserisce nell’ambito del Progetto OMS “Città Sane”, in cui rientrano azioni finalizzate alla promozione dell’invecchiamento sano e attivo della popolazione, individuato tra le priorità a livello globale dall’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità con l’intento di incoraggiare e sollecitare i responsabili politici e tecnici che operano nella comunità ad intraprendere, ad ogni livello, azioni che migliorino le possibilità di invecchiamento sano e attivo con particolare riferimento alla promozione di sani stili di vita, autonomia e partecipazione dell’anziano alla vita sociale; creazione di comunità amiche degli anziani.

Il Comune di Udine, negli anni, molto si è dimostrato molto attivo e sensibile su queste tematiche sia a livello locale che internazionale, bastito pensare all’adesione al network “Age-Friendly Cities & Communities” (Città Amiche degli Anziani), rete internazionale dell’O.M.S. nell’ambito del quale ha realizzato in passato, insieme ad altre 33 città di tutto il mondo, un’indagine conoscitiva sui bisogni dei cittadini anziani in merito alla vivibilità e all’accessibilità degli spazi urbani e sulle possibili azioni utili a rendere la città più “age-friendly”; al ruolo di capofila della “Healthy Ageing Task Force”, Subnetwork Europeo sull’Invecchiamento in Salute che comprende una ventina di città europee tra cui Stoccolma, Brighton & Hove, Vienna, Gyor, Brno, Rijeka, Belfast, Ljubljana, Lodz, Manchester, Newcastle, Celje, Denizli, Horsens, Izmir, ecc; all’elaborazione delle “mappe di salute”, realizzando svariate iniziative e progetti per gli anziani e all’istituzione al suo interno di un “Osservatorio sull’Invecchiamento in Salute”, seguendo il modello elaborato dall’Unione Europea sull’Active Ageing Index; alla partecipazione, nel 2015, ai lavori del AFEE Project (Age-friendly Environments in Europe), uno Scientific Steering Board istituito dall’O.M.S. con l’intento di integrare le attività dell’O.M.S. e dell’Unione Europea sul tema dell’invecchiamento in salute con il coinvolgimento delle principali realtà attive a livello internazionale (Healthy Ageing Sub-network, European Innovation Partnership, Age Platform Europe, ecc).

Negli anni 2014-2015 ha inoltre partecipato ad un progetto pilota “Piloting Age-Friendly City Indicator Guide” (Sviluppo di indicatori per una città Age Fiendly) proposto dall’OMS e consistente in una raccolta di indicatori volti a valutare l’age-friendliness della città, ovvero la vivibilità per le persone anziane e nella produzione, entro il 31 marzo 2015, di un report finale e negli anni 2014-2016 ha realizzato, in qualità di capofila (Lead Partner), il Progetto Europeo URBACT “Healthy Ageing”, consistente nello scambio di buone pratiche con le città di Brighton e Edinburgh (Regno Unito), Grand Poitiers (Francia) e Kliapeda (Lituania). Ha inoltre collaborato alla stesura a varie pubblicazioni scientifiche.

Per l’Amministrazione, il meeting sarà anche l’occasione per presentare a livello europeo le iniziative realizzate sul tema dell’invecchiamento attivo, in particolare il progetto europeo URBACT “Playful Paradigm” sul tema del gioco e le attività della Ludoteca Comunale; il progetto “EspertOver665 - Udine sta bene in strada”, sul tema della sicurezza e sostenibilità in ambiente urbano; il progetto “Dementia Friendly Community”: “CamminaMenti… Le menti in cammino”, realizzato in collaborazione con l’Associazione Alzheimer Udine onlus, sul tema della promozione dell’invecchiamento in salute; il Progetto “No alla Solit’Udine”; e il progetto “Solitudini e No” realizzato dall’associazione ARTESS-IFOTES di Udine.

La richiesta dell’Associazione di Promozione Sociale “Lunaria” di Roma conferma che la città di Udine è una meta particolarmente ambita nel circuito congressuale internazionale.

Il Comune di Udine ha infatti ospitato in passato diversi convegni ed eventi formativi a livello internazionale tra cui lo “Study Visit" del Progetto URBACT "Healthy Ageing”, il Final Conference” del Progetto URBACT “Healthy Ageing”, il meeting congiunto di HATF (Healthy Ageing Task Force - gruppo di lavoro europeo sull’invecchiamento attivo) e Rete Italiana Città Sane, il meeting della HATF (Healthy Ageing Task Force) e il workshop internazionale “Sviluppo di uno strumento di valutazione delle Città Amiche degli Anziani” (Evaluation Tool for Age-Friendly Cities) promosso dalla University of Cambridge.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori