Home / Salute e benessere / Evoluzione dell'Asp per soddisfare i bisogni cittadini

Evoluzione dell'Asp per soddisfare i bisogni cittadini

A Udine, seminario organizzato da Federsanità-Anci sugli strumenti di gestione e il modello dell'Opera Pia Coianiz di Tarcento

Evoluzione dell'Asp per soddisfare i bisogni cittadini

"In una realtà che si è demograficamente evoluta le Asp dovranno tener conto di una nuova domanda alla quale rispondere attraverso strumenti di gestione evoluti ma anche con nuovi modelli di prestazioni e servizi sempre in grado di soddisfare i bisogni dei cittadini". Lo ha dichiarato oggi a Udine il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, intervenendo al seminario organizzato da Federsanità-Anci sugli strumenti di gestione delle Aziende pubbliche di servizi alla persona (Asp) e, in particolare, sull'esperienza positiva rappresentata dell'Opera Pia Coianiz di Tarcento.

Riccardi ha ribadito la validità del metodo dell'ascolto e del confronto con le realtà esistenti che ha infatti consentito ai soggetti coinvolti di formulare già le prime proposte per la riforma del sistema della salute. Ha inoltre ricordato che "l'obiettivo della Regione è di riaffermare il modello dell'integrazione socio-sanitaria che ha caratterizzato il sistema salute del Friuli Venezia Giulia in passato, assicurando risultati adeguati alle attese della comunità".

Secondo il vicegovernatore, "oggi occorre affrontare anche il tema della sostenibilità delle realtà esistenti, garantendo la qualità dei servizi nel rispetto dell'equilibrio economico, dove anche il privato può fare la sua parte mantenendo però sempre in primo piano la qualità della risposta ai bisogni della persona".

"Nei prossimi giorni - ha annunciato Riccardi - inizierà un percorso attraverso gli ambiti per un confronto diretto con il territorio e le sue strutture al fine di raccoglierne le istanze e le eventuali segnalazioni di criticità". Una serie di visite che, come ha preciesato, non intende avere carattere rituale ma essere l'occasione per proseguire un dialogo costruttivo.

L'obiettivo, ha sintetizzato il vicegovernatore, è ora quello di capire che cosa ci si debba attendere dalle Asp per dare corpo a progetti capaci di rispondere alle diverse esigenze del territorio e assicurare un'assistenza di qualità uguale per tutti.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori