Home / Salute e benessere / Festival della Psicologia in Fvg, cinque incontri per la seconda edizione

Festival della Psicologia in Fvg, cinque incontri per la seconda edizione

Palmanova, Cormons, Gradisca, Gorizia e Nova Gorica e Udine sono le sedi degli eventi, tutti a ingresso libero con obbligo di prenotazione

Festival della Psicologia in Fvg, cinque incontri per la seconda edizione

Arriva alla sua seconda edizione il Festival della Psicologia in Friuli Venezia Giulia, organizzato dall'Associazione Psicoattività grazie al contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e propone cinque “doppi” appuntamenti – che accostano conversazioni scientifiche a eventi culturali, con approccio divulgativo, per diffondere la cultura psicologica con strumenti multidisciplinari.

Il Festival, sotto la direzione scientifica di Claudio Tonzar - psicologo, psicoterapeuta e docente all'Università di Urbino, oltre che Presidente di Psicoattività - affronta in questa seconda edizione il tema “Dalle credenze alle scienze psicologiche” e parte dall’analisi delle tante “credenze fallaci” che accompagnano la nostra vita quotidiana. Donna al volante pericolo costante? La memoria registra gli eventi come un’impeccabile scatola nera? Per essere felici basta davvero la salute?

Quante volte ciascuno di noi crede che queste affermazioni siano vere! Molte persone sono convinte di conoscere le dinamiche di alcuni processi psicologici, anche se spesso si tratta solo di teorie ingenue che non collimano con le reali verità scientifiche e che influenzano la percezione del mondo e le scelte delle persone: il Festival della Psicologia racconta proprio di questo, tra dialoghi scientifici, concerti, cinema, e racconti.

Lo scorso 25 agosto si è svolta a Trieste un’anteprima del Festival, ospite del calendario di Science in the City Festival di ESOF 2020. Il Secondo Festival della Psicologia in Friuli Venezia Giulia entra nel vivo, con cinque appuntamenti tra ottobre e novembre che mettono a confronto, trattando diversi temi della vita quotidiana, le credenze psicologiche ingenue con le relative conoscenze scientifiche.

Venerdì 23 ottobre, a Palmanova, al Teatro Gustavo Modena, la prima serata inizierà alle 18 con la conferenza “Psicologia e traffico. Riflessioni sulla percezione del rischio viario e sulla sicurezza stradale”. Protagonista è Max Dorfer, che insegna Psicologia del Traffico all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, psicologo del traffico ed esperto del settore che indagherà quanto sia importante la conoscenza scientifica del proprio percepire per evitare di sottostimare i rischi e sovrastimare le proprie abilità quando ci si mette alla guida. Alle 19.30 la parola all’arte, con la presentazione e la proiezione del film “Drive” diretto da Nicolas Winding Refn, vincitore del Premio per la migliore regia al Festival di Cannes del 2011. “Drive” è un racconto adrenalinico di un pilota “estremo” che finisce nei guai per la sua voglia di superare il limite. La proiezione e l’introduzione (di Steven Stergar) sono a cura di Examina.

CORMONS - “DEGUSTARE CON L’ORECCHIO” / PERFORMANCE MULTIMEDIALE a cura di Examina
Venerdì 30 ottobre al Teatro Comunale di Cormòns, alle 18 è in programma un evento che desterà curiosità e stupore, dal titolo “Degustare con l’orecchio”: accostando musiche diverse alla degustazione enologica, sarà evidente come la percezione del gusto del vino sia influenzata dalle qualità espressive delle musiche ascoltate. La cura scientifica della particolare conferenza è del Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste, con il coordinamento scientifico del prof. Tiziano Agostini, professore ordinario di Psicologia Generale presso l’Università di Trieste.

A occuparsi della parte artistica e musicale sarà Flavio Cecere dall’Associazione Examina, che curerà la regia di una performance multimediale che unisce il live del chitarrista Marco Di Lena e del liutista Fabio Accurso con contaminazioni elettroniche e live looping, visual e clip video. Nell’intervallo della serata, il cultore della vinificazione naturale Roberto Terpin condurrà un’esperienza sensoriale che porterà a riconoscere nel vino l’odore del suolo da cui esso proviene, per stupefacenti sorprese percettive.

GRADISCA D’ISONZO – “AGGRESSIVITÀ: IN NOI O NEL CONTESTO SOCIALE?” / “EFFETTO LUCIFERO” (proiezione cinematografica) a cura di Examina
Venerdì 6 novembre, la Sala Bergamas di Gradisca d’Isonzo ospiterà alle 18 la conferenza “Aggressività: in noi o nel contesto sociale?”, con ospite Andrea Carnaghi, Professore Ordinario di Psicologia Sociale presso l’Università degli Studi di Trieste, che analizza e conferma come l’aggressività sia molto influenzata dalla situazione sociale e dalle dinamiche inter-gruppo.
Alle 19.30, ancora a cura dell’Associazione Examina, viene proiettato il film “Effetto Lucifero” di Kyle Patrick Alvarez (2015): una ricerca che simula una situazione di vita in carcere e conferma come sono i ruoli a definire le azioni aggressive o meno. Sempre Stergar di Examina cura la presentazione.

GORIZIA/NOVA GORICA - “LA MEMORIA UMANA: REGISTRAZIONE O RICOSTRUZIONE”? / “NEI SUONI DEI LUOGHI INTERNATIONAL” a cura di Progetto Musica, concerto
Venerdi 13 novembre, all’Auditorium della Cultura Friulana di Gorizia, alle 18 si parla de “La memoria umana: registrazione o ricostruzione?”. Rossana De Beni, professore ordinario dall’Università di spiega come la memoria lavora ricostruendo gli eventi, non semplicemente registrandoli o archiviandoli, come spesso si presume. Alle 20 appuntamento alla Glasbena šola/Scuola di musica (Cankarjeva 8) di Nova Gorica con un concerto inserito in “Nei suoni dei luoghi 2020 International” dell’Associazione Progetto Musica di Udine, con la consulenza artistica di Valentina Danelon e la collaborazione del Kulturni Dom di Nova Gorica. Sara Schisa e Mojca Batič (violini), Barbara Grahor Vovk (viola) ed Elisa Fassetta (violoncello) sono quattro giovani artiste, italiane e slovene, che grazie propongono tre quartetti d'archi di Mozart (emblematica figura per la psicologia) e Haydn.

UDINE – “FELICITÀ: BASTA LA SALUTE?” / “NEI SUONI DEI LUOGHI” a cura di Progetto Musica, Viaggio al Centro della Musica, concerto-racconto
Un finale di grande respiro, venerdì 20 novembre, per il Festival che approda a Udine, all’Auditorium del Centro Culturale delle Grazie. Alle 18 sarà protagonista dell’incontro scientifico uno dei nomi di spicco dell’attuale scenario della psicologia internazionale: Paolo Legrenzi (Professore Emerito a Ca’Foscari) che, introdotto da Tonzar e Agostini, parlerà di felicità. “Felicità: basta la salute?” Le ricerche dimostrano che la felicità umana sia molto correlata a fattori interiori o di relazioni con l’esterno, più che alla salute fisica.
A seguire chiuderà la serata (e il Festival) alle 20.30 un concerto ideato e concepito per l’occasione, e curato ancora dall’Associazione Progetto Musica. “Viaggio al Centro della Musica. Alla scoperta dell’essenza della musica e di come agisce sulle nostre emozioni” è il concerto-racconto, inserito nel Festival “Nei suoni dei luoghi 2020”, che avrà come filo conduttore il rapporto tra suoni ed emozioni: perché melodie, armonie, timbri e ritmi diversi generano stati d’animo così fortemente differenti e connotati? Cosa si cela dietro il mistero della musica, da Pitagora e la cimatica a Masaru Emoto. Ideatrici del concerto sono Valentina Lo Surdo (musicista, conduttrice radiofonica e televisiva) impegnata nella “narrazione” dello spettacolo al fianco di Valentina Danelon al violino e Francesca Sperandeo al pianoforte, in un ampio excursus che spazia tra Bach, Mozart, Beethoven, Schubert, Pärt.

COME PARTECIPARE AL FESTIVAL
Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito. In ottemperanza alle normative vigenti, per partecipare è obbligatoria la prenotazione.
Per prenotare è necessario compilare un form online che si trova sul sito, entrando nella pagina del singolo evento; il form va compilato con nome, cognome e contatto, entro le ore 12 del giorno precedente all’evento. Solo per i concerti di Nova Gorica e Udine la prenotazione va effettuata telefonando al 0432 532330 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.00) o inviando una mail a info@associazioneprogettomusica.org entro le ore 18.00 del giorno precedente al concerto.

Per tutti gli appuntamenti del Festival: coloro che prenotano il posto sono invitati a presentarsi in loco almeno 15 minuti prima dell’inizio dell’evento; in caso contrario non potrà essere garantito il posto riservato con la prenotazione.

WEB: www.festivaldellapsicologiafvg.it
FB: www.facebook.com/festivaldellapsicologiafvg
IG https://www.instagram.com/festivaldellapsicologia/

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori