Home / Salute e benessere / In Fvg arriva il massaggiatore salva-cuore

In Fvg arriva il massaggiatore salva-cuore

La Sores punta a dotare le varie postazioni d’emergenza del nuovo dispositivo automatico

In Fvg arriva il massaggiatore salva-cuore

Si chiama massaggiatore cardiaco meccanico esterno ed è un vero e proprio dispositivo salva-cuore, fondamentale alleato di chi, ogni giorno, è chiamato a soccorrere le persone che vanno in arresto cardiaco.

In prospettiva, come ci ha confermato il dottor Vincenzo Mione, direttore della centrale operativa Sores Fvg, “l’obiettivo è di avere più dispositivi possibile nelle varie postazioni d’emergenza, da utilizzare al bisogno”.

Il massaggiatore, che negli anni è entrato in punta di piedi nelle ambulanze, ha visto un miglioramento esponenziale delle sue prestazioni dal punto di vista tecnologico e operativo. In primis libera un operatore durante un soccorso, ma garantisce uno standard di performance straordinario, con una frequenza costante di 100/120 compressioni toraciche al minuto. La ventosa applicata durante la sua attivazione garantisce una maggiore espansione del cuore, favorendo un’elevata stimolazione del muscolo e, quindi, una maggiore circolazione del sangue.

Si tratta di un dispositivo la cui presenza sui mezzi non è ancora obbligatoria come accade, invece, per il defibrillatore e il ventilatore meccanico. Mediamente il massaggiatore ha un’autonomia di 30 minuti, ma può essere alimentato in rete. Si tratta di un macchinario importante che, solo qualche giorno fa, ha salvato la vita a un 50enne friulano.

Un altro aspetto tutt’altro trascurabile è che può rimanere in funzione anche durante il trasporto. Memorabile l’episodio accaduto nei giorni scorsi a Pordenone: una donna che si trovava in un ambulatorio per alcuni accertamenti su un’aritmia è improvvisamente andata in arresto. Le è stato applicato il massaggiatore esterno che ha lavorato ininterrottamente per due ore e mezza, fino all’arrivo all’ospedale di Udine. Si pensi che le vite salvate in più con l’avvento di questo dispositivo sfiorano il 10%.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori