Home / Salute e benessere / Nuovo medico ad Aquileia, petizione per accelerare la nomina

Nuovo medico ad Aquileia, petizione per accelerare la nomina

Il posto è sguarnito dal 31 gennaio 2019. Raccolte 410 firme a sostegno della richiesta

Nuovo medico ad Aquileia, petizione per accelerare la nomina

Una petizione in favore della nomina, divenuta ormai urgente, di un nuovo medico di Medicina generale nel Comune di Aquileia è stata presentata oggi al presidente del Consiglio regionale Fvg, Piero Mauro Zanin. L'obiettivo è quello di accelerare i tempi per il reperimento di un professionista in grado di occupare il posto rimasto sguarnito a partire dal 31 gennaio 2019, in concomitanza con il pensionamento del precedente dottore titolare.

La richiesta auspica che l'apposito bando di reclutamento possa essere pubblicato più volte nel corso dell'anno, necessità impellente soprattutto in una situazione emergenziale come quella attuale. Inoltre, l'obiettivo è anche quello di rendere possibile lo scorrimento della graduatoria attuale affinché, dopo la rinuncia del vincitore del bando precedente, tutto il procedimento non slitti di un ulteriore anno con prevedibili disagi per l'intera comunità locale.

La raccolta di 410 firme a sostegno della petizione, a iniziare da quella della prima firmataria Luisa Contin, ha preso spunto dalla rinuncia del sostituito nominato nel gennaio 2020 (dopo il bando del mese di aprile 2019, poi slittato ad agosto dello stesso anno), avvenuta nel maggio scorso. "Ciò ha impedito - è stato sottolineato - anche il riconoscimento di Aquileia come zona carente per tutto il 2020. Le norme vigenti prevedono una nuova possibilità appena per l'aprile 2021 con inevitabili ripercussioni negative sulle genti locali, soprattutto nel caso di una ripresa della pandemia da Covid-19".

La petizione, oltreché dai consiglieri regionali Franco Mattiussi
(FI) e Mariagrazia Santoro (Pd), dopo l'approvazione unanime di una mozione presentata dai Gruppi consiliari comunali La rete per Aquileia e Aquileia civica è stata accompagnata oggi dal supporto del sindaco Emanuele Zorino, dell'assessore al Welfare, Giuditta Tarlao, nonché dei capigruppo di Maggioranza e Minoranza, rispettivamente Thomas Civita e Roberta Ventura.

Nel corso dell'incontro con Zanin, è stato anche sottolineato come ad Aquileia il rapporto popolazione-medico manchi di proporzionalità, in quanto una comunità di 3.225 abitanti dovrebbe avere almeno due ambulatori e altrettanti medici di Medicina generale. Una situazione di stallo che si ripercuote anche sui medici dei Comuni limitrofi, autorizzati al superamento dei massimali per ben tre volte a causa dell'aumento del numero dei pazienti che hanno dovuto rivolgersi a loro, aumentandone i carichi di lavoro.

Il presidente del Cr Fvg ha evidenziato l'importanza "della condivisione di un bisogno comune. La mia pluriennale esperienza come sindaco - ha spiegato - rende a me ben note queste problematiche. Ci faremo parte attiva, attraverso la Commissione competente, per portare avanti l'istanza sia a livello normativo che amministrativo".

La promotrice Contin ha invece ricordato le 534 firme già sottoscritte nel 2019, mentre i consiglieri regionali Santoro e Mattiussi hanno chiesto una procedura d'urgenza, evidenziando "l'importanza di trovare una parentesi di flessibilità nell'ambito di un procedimento burocratico molto rigido per un grave problema che ora assilla Aquileia, ma che può costituire un precedente utile anche per altre località della regione afflitte da gravi disagi soprattutto per gli anziani e per coloro che devono fare i conti con difficoltà di spostamento".

La petizione popolare sarà ora assegnata alla III Commissione del Consiglio regionale, competente in materia di Salute, per lo svolgimento del previsto iter.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori